Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

V. MATINO-CASARANO – Le reazioni post derby di mister Branà, Monticciolo e del ds rossazzurro Obbiettivo

Il post-gara di Virtus Matino-Casarano affidato a SalentoSport dalle parole dell’allenatore della Virtus, Giuseppe Branà, del direttore sportivo del Casarano, Antonio Obiettivo e del tecnico rossazzurro, Alessandro Monticciolo.

BRANA’“Questa sconfitta fa male. La gara è stata caratterizzata troppo dal terzo rigore assegnato al Casarano. Io non trovo mai alibi ma credo che la gara sia stata gestita male dall’arbitro perché Leuci aveva già preso il pallone. In generale, però, abbiamo fatto una gara positiva, nel secondo tempo, in dieci, abbiamo anche rischiato due volte di fare gol e abbiamo subito pochissimo, segnale di una squadra viva, compatta, che ha concesso poco. Nel primo tempo abbiamo sbagliato qualcosa in fase difensiva, ma poi abbiamo pedalato a testa bassa sino alla fine. Dobbiamo usare di più il cervello in alcune situazioni. Quattro punti in una settimana? A Fasano abbiamo pagato l’inesperienza e poi, purtroppo, è stata determinante l’espulsione di Mangione, non capisco perché abbia fatto quel gesto, altrimenti non avremmo perso. La squadra è viva e i giovani stanno facendo benissimo, ce la giochiamo fino alla fine, a partire da Altamura. In queste tre partite non ho visto una squadra che ci abbia messo sotto, se non il Fasano, in alcune fasi. Io ci credo ancora alla salvezza, se no non sarei qua”.

MONTICCIOLO“Siamo partiti non bene, subendo un’altra volta un rigore dopo quattro minuti. Dobbiamo lavorare sugli approcci alle gare. Poi abbiamo ripreso in mano la partita, creando diverse occasioni e facendo meglio nel primo tempo rispetto al secondo, avevamo le giuste misure, eravamo ordinati nonostante stessimo sotto, facevamo le cose con criterio. Poi, non so perché, quando siamo andati in superiorità numerica, abbiamo fatto peggio rispetto a quando eravamo a pari uomini. Dobbiamo lavorare su questo aspetto mentale ma era un derby e i ragazzi probabilmente hanno risentito delle tre partite in una settimana. C’era la sensazione che il Matino ci potesse far male in qualsiasi momenti nella ripresa e ciò non deve accadere. Le rimonte sono un ottimo segnale, la squadra c’è e non abbassa la testa ma concediamo troppe occasioni. Dobbiamo lavorare di più sul non possesso palla, i ragazzi hanno sempre questa voglia di andare avanti a fare gol. Nel calcio servono equilibri“.

OBBIETTIVO“Siamo partiti in salita, il rigore del Matino ci ha messo in difficoltà e tutto ciò che avevamo preparato, da quel momento è cambiato. Siamo stati bravi e fortunati a raggiungere il pareggio, i rigori erano netti ma l’espulsione di D’Andria ha favorito il Casarano nelle ripartenze e nella gestione della gara. Complimenti al Matino, squadra mai doma che ha dimostrato di poter ambire a qualcosa in più. Non meritano questa classifica. Per noi era importante vincere e dare sostanza alla nostra classifica, abbiamo due gare in meno e l’obiettivo primario era fare punti per tirarci fuori da quella zona”.

(foto: una fase del derby di ieri – ©FB Virtus Matino)