TERZA CATEGORIA/Maglie – Melpignano, la replica al Melissano: “Ecco la nostra versione dei fatti”

"Rispettiamo ma non condividiamo la decisione del Giudice. Nessuno di noi voleva scatenare una rissa. Ci siamo sentiti minacciati dal Melissano. Avremmo preferito portare a termine la partita e uscire a testa alta dal campo"

logo-melpignano

Dopo la reazione del Melissano, con le parole del presidente Donato Greco, arriva la replica del Melpignano alla doppia sconfitta a tavolino sancita dal Giudice sportivo dopo la gara di domenica scorsa tra le due squadre, valida per l’ottava giornata del campionato di Terza Categoria, delegazione di Maglie.

“Accettiamo la decisione ma non condividiamo la sua scelta – si legge nella nota del Melpignano. Nessuno dei nostri giocatori aveva e mai avrà motivo di scatenare una rissa. Ci teniamo a precisare che la partita è stata sospesa in quanto il direttore di gara ha notato personale non registrato in distinta all’interno del campo di gioco, mentre la partita era ferma, per un provvedimento disciplinare e sulle gradinate alcuni sostenitori di entrambe le squadre discutevano animatamente”.

“In risposta al presidente del Melissanoscrivono dal Melpignanoci teniamo a chiarire che le persone entrate nel rettangolo di gioco NON ERANO PRESENTI IN DISTINTA e quindi non avrebbero potuto essere lì e ovviamente ci riferiamo a quelle persone che erano lì ma senza la tuta della squadra ospitante ma bensì in semplice abbigliamento giornaliero. Nessuno dei nostri giocatori si è arrampicato sulla recinzione (perché se così fosse ci risulta difficile credere che non è stato identificato nessuno dei nostri tesserati) tanto meno insultato i loro sostenitori ma semplicemente i nostri giocatori provavano a mantenere la calma (per quanto possibile) in quanto sugli spalti vi erano bambini e parenti di quest ultimi. Sentendoci accusati, inoltre, ci fa piacere far sapere che a partita finita i dirigenti del FC Melissano hanno continuato a infierire nei nostri e nei confronti dei nostri giocatori minacciando e ‘promettendo‘ che al ritorno avrebbero fatto di tutto per penalizzare NOI impegnandosi a far interrompere la partita. Si aggiunge che, se effettivamente come dicono, la società in questione che ci ha ospitato domenica 12/01/2020 viveva in una situazione di piena serenità, NOI siamo stati costretti a contattare le forze dell’ordine per cercare di calmare quanto stesse accadendo, perché sentiti minacciati da parte loro”.

La conclusione: “Stavamo perdendo e forse sarebbe stata la nostra prima sconfitta in campionato e ci può stare, ma noi avremmo preferito portare a termine la partita e comunque uscire a testa alta dal campo di gioco. Il signor Sanapo ha preso le sue decisioni che possono essere giuste o sbagliate ma purtroppo in queste categorie la responsabilità ricade su un unico direttore di gara. Convinti che il direttore di gara sopra citato ha agito nel pieno della sua consapevolezza, rispettosi, che per nostro conto la nostra società avrebbe sì potuto perdere la partita in questione, ma proveremo a far valere i nostri diritti“.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati

  • tisci-vito-lnd-puglia-mar-20 DILETTANTI – Lnd Puglia: “Nessuna ripresa il 19 aprile, circolano fake news”

    C’è evidentemente qualcuno che trova lo spirito goliardico per creare ad arte notizie false, di dubbio gusto, da spacciare il primo di aprile. Il tutto, incurante dei lutti, delle sofferenze e del clima di vero e proprio dramma che si respira in moltissime case italiane. Il Comitato regionale della Lnd, per bocca del suo presidente…

  • tisci-vito-lnd-puglia-mar-20 DILETTANTI – Tisci: “Ora giochiamo tutti nella stessa squadra. Il calcio può aspettare”

    Il presidente della Lega Nazionale Dilettanti Puglia, Vito Tisci, con una nota diffusa poco fa, traccia il punto della situazione a diversi giorni dallo stop di tutte le attività calcistiche, e non solo, sul territorio nazionale, causa allerta Coronavirus. Impossibile, al momento, per Tisci, prevedere i tempi della ripresa delle attività. Andrà tutto bene, ne…

  • sibilia-cosimo-lnd DILETTANTI – Il presidente Sibilia: “Scendere in campo ogni tre giorni. Un miracolo chiudere entro il 30 giugno”

    Dopo le dichiarazioni del coordinatore della Lega Nazionale Dilettanti Barbiero, oggi il presidente Cosimo Sibilia, dalle colonne del quotidiano “Il Mattino“,  ha ribadito il concetto, spiegando che occorrerà concludere i campionati, indipendentemente da quale possa essere la soluzione. Di seguito le dichiarazioni del presidente della Lnd e vicepresidente della Figc. “SCENDERE IN CAMPO, ANCHE OGNI…

  • lnd-logo-nuovo DILETTANTI – Barbiero, coordinatore Lnd: “Concludere i campionati, anche oltre il 30 giugno”

    Nella giornata di ieri, l’avvocato Luigi Barbiero, Coordinatore della Lega Nazionale Dilettanti, ospite telefonico della trasmissione “Il gioco è fatto” in onda su Tv Prato, ha chiarito, almeno in parte, la situazione riguardante i tornei dilettantistici, ribadendo in maniera chiara, la volontà di portare a termine tutti i campionati, anche a costo di sforare la…

  • sibilia-cosimo-lnd DILETTANTI – Si ferma il calcio, a ogni livello, sino al 3 aprile

    Il calcio dilettantistico nazionale, ad ogni livello, si ferma sino al 3 aprile prossimo per l’emergenza Coronavirus. La ha deciso il Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti, riunitosi oggi a Roma in videoconferenza in sessione straordinaria, nel rispetto delle direttive previste dal DPMC dell’8 marzo. Ecco la nota ufficiale: “Come Consiglio Direttivo della LND abbiamo ritenuto…