Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

TERZA CATEGORIA/Maglie – Melissano, la versione del presidente Greco sulla gara col Melpignano: “Oltre al danno pure la beffa”

Il Giudice sportivo di Terza Categoria, dopo la sospensione di Melissano-Melpignano di domenica scorsa a dieci minuti dalla fine, sul punteggio di 1-0, ha decretato la sconfitta a tavolino per entrambe le squadre.

Provvedimento decisamente contestato dal presidente dell’FC Melissano, Donato Greco, che ricostruisce così i fatti: “Su quello che è successo basta leggere il comunicatospiegama ci sono delle cose che vorrei chiarire. Innanzitutto, i nostri giocatori entrati in campo non hanno colpito nessuno. In secondo luogo, non erano ‘degli estranei, riconducibili alla società del Melissano‘, come si legge nel Comunicato ufficiale, ma erano due giocatori che erano stati sostituiti durante la partita e che erano insieme a me, vicino agli spogliatoi. A maggior ragione, in quanto riconoscibili, dato che avevano addosso la tuta del Melissano, dovevano solo loro essere eventualmente sanzionati e la gara doveva essere portata a termine. Diversi giocatori del Melpignano si sono arrampicati sulla rete di recinzione della tribuna, compresi coloro che erano in panchina, offendendo i nostri tifosi. Poi hanno accerchiato l’arbitro chiedendo ripetutamente che sospendesse la partita. E così è stato. Noi – conclude Grecoquale interesse avremmo avuto a scatenare una rissa del genere? Eravamo meritatamente in vantaggio contro la capolista, mancavano solo dieci minuti alla fine. Cosa abbiamo avuto in cambio? Non solo la sconfitta a tavolino, ma anche duecento euro di multa. Tutto questo è inconcepibile. Oltre al danno, pure la beffa”.