CASARANO – I rossoazzurri battono il Grumentum per 2-1, ma quanta sofferenza…

Il Casarano va in vantaggio con Russo, poi viene recuperato da un eurogol di Agreste e, infine, si aggiudica la gara grazie ad un rigore realizzato dal solito Mincica

casarano-grumentum-090220-ss

Foto: una fase della gara (@SalentoSport)

Il Casarano vince per 2-1 contro il Grumentum e aggancia il Taranto al quinto posto in classifica, ma non convince.

La partita fatica a decollare. Le due compagini si studiano a lungo, evitando di scoprirsi. Il primo tiro in porta è di marca rossoazzurra e giunge al 12’ con Giacomarro che calcia dal limite, ma Donini blocca senza problemi. Al 14’ reazione del Grumentum con Lobosco che supera in uscita Iuliano e calcia in porta, ma la difesa rossoazzurra riesce a sventare. Sulla ribattuta ci prova Potenza, ma ancora una volta la retroguardia del Casarano ci mette una pezza. Al 26’ si fa rivedere il Grumentum con il solito Potenza che lascia partire un gran tiro dal limite dell’area e chiama Iuliano all’intervento in tuffo. Il Casarano non riesce a pungere. Foggia e Favetta non vengono serviti con continuità e le poche palle ricevute vengono sprecate. Al 44’ Morleo indirizza direttamente in porta un calcio di punizione da posizione defilata. L’estremo difensore lucano è bravo a non farsi sorprendere, alzando sopra la traversa. Il primo tempo si conclude sul parziale di 0-0.

La ripresa si apre con forze nuove in campo per il Casarano. Fuori Foggia e Morleo, dentro Russo e Palmisano. Al 64’ azione pericolosa dei lucani che ci provano a più riprese, da ultimo con De Luca, senza riuscire perforare la retroguardia di casa. Al 66’ è il Casarano a tentare l’affondo. Giacomarro calcia di potenza dal limite, la palla lambisce la traversa e si spegne sul fondo. Sono le prove generali del gol che arriva dopo due minuti su azione firmata dai nuovi entrati Palmisano e Russo. Al 68’, cross di Palmisano dalla destra, Russo di piatto mancino trafigge l’incolpevole Donini. È il gol del vantaggio che dà fiducia, ma non risolve i problemi del Casarano che riemergono al 74’ con un eurogol di Agresta. Il numero 10 lucano disegna una parabola straordinaria con un tiro mancino dai trenta metri che non lascia scampo a Iuliano, riportando il risultato in parità. Per il Casarano è una doccia fredda. Il gioco si innervosisce e all’80 entrambe le squadre restano in dieci, per doppia espulsione. Cartellino rosso diretto per Occhiuto e Donini per reciproche scorrettezze. Al 86’ Favetta tenta di sorprendere da distanza ravvicinata il neo entrato Russo, che sventa in tuffo plastico. Nei minuti di recupero, Cianci rimane a terra per un intervento falloso di De Gol ed è costretto a lasciare il terreno di gioco in barella. Il direttore di gara, su segnalazione dell’assistente, decreta il calcio di rigore. L’autore del fallo viene espulso dopo pochi minuti dal suo ingresso in campo. Si incarica di battere il penalty Mincica, che spiazza il portiere e consegna la vittoria ai rossoazzurri. Negli ultimi minuti di recupero, il gioco si innervosisce ancora di più. Si sfiora più volte la rissa tra i calciatori. Il triplice fischio evita che la situazione degeneri. Nonostante la vittoria, il Casarano esce tra i fischi dei propri tifosi.

Domenica prossima, gli uomini di mister Bitetto faranno visita al Sorrento, squadra coriacea e ben assemblata che attualmente staziona al terzo posto della classifica.


IL TABELLINO

Casarano, stadio “G. Capozza”
domenica 9 febbraio 2020, ore 15
Serie D girone H 2019/20 – giornata n. 23

CASARANO-GRUMENTUM 2-1
RETI: 68′ Russo (C), 74′ Agresta (G) 90+5′ Mincica (C rig.)

CASARANO: Iuliano, Girasole, Morleo (46’ Palmisano), Atteo, Mattera, Lobjanidze, Tedone (66’ Occhiuto), Giacomarro, Foggia (46’ Russo), Mincica, Favetta (87’ Cianci). A disposizione: Al Tumi, D’Aiello, Feola, Rescio, Buffa, Cianci. All. D. Bitetto.

GRUMENTUM: Donini, Nbengue, Dubaz, Catinali, Carrieri, Pellegrini, Potenza (63’ De Stefano), Cavaliere (82’ Russo), De Luca, Agresta (75’ Martinez), Lobosco (87’ De Gol). A disposizione: Russo, Buoncore, Degol, Falco, Losavio, Visani. All. A. Finamore.

ARBITRO: Davide Gandino di Alessandria (Damiano Caldarola di Asti e Vincenzo Russo di Nichelino).

NOTE: Cielo parzialmente nuvoloso, 14 gradi. Terreno in condizioni non ottimali. Ammonizioni: Pellegrini (G), Occhiuto (C). Espulsioni: Donini (G), Occhiuto (C), De Gol (C). Recupero: 1’ pt; 6’ st.

QUI RISULTATI E CLASSIFICA

Articoli Correlati