Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

L’AVVERSARIO – Con un piede e mezzo in Serie B, nonostante una buona ripartenza: il Brescia di Lopez

Oggi non c’è tempo per i rimpianti in casa Lecce, oggi è tempo di provare a compiere un’impresa che potrebbe restare a lungo nella storia del club.

Per provare a tenere vivo il sogno salvezza, i giallorossi di Fabio Liverani, dovranno necessariamente provare a fare bottino pieno, nella sfida che vedrà il Brescia di Lopez, ospite questa sera al Via del Mare.

Le stagione delle rondinelle non è stata certamente tra le migliori della propria storia, come testimoniato anche dal penultimo posto in classifica, con soli 29 punti all’attivo. Da Corini alla delusione Grosso, tornando al centrocampista ex Palermo, chiudendo con Lopez. Tre tecnici, senza mai trovare il giusto guizzo per provare a tornare in corsa, nonostante le buone premesse iniziali, anche per via di un mercato che ha visto il presidente Cellino provare a costruire un organico qualitativamente importante, con la ciliegina sulla torta, che rispondeva al nome di Mario Balotelli, scommessa a dir poco perdente.

La classifica e la stagione ormai compromessa, non devono ingannare però, perché Tonali e compagni, nel post lockdown, son riusciti a collezionare ben otto punti, il doppio dei giallorossi, con due successi all’attivo, contro Verona e Spal, anche per merito del tecnico Lopez, che sembrerebbe – quantomeno – aver dato un’anima ad una squadra troppo fragile durante tutto l’arco della stagione. La nota dolente dei lombardi, resta sempre una difesa a dir poco vulnerabile, con ben 71 gol al passivo, cinque in meno del Lecce, peggior difesa del campionato.

La qualità di Tonali la voglia di mettersi in mostra della coppia Donnarumma-Torregrossa, rappresentano i pericoli maggiori per il Lecce, in una gara che dati alla mano, andrà necessariamente presa con le pinze, per evitare bruschi passi falsi , come già avvenuto nel match d’andata, dove si è visto il peggior Lecce della stagione

I precedenti in campionato a nel Salento parlano di undici vittorie giallorosse, quattro pareggi e cinque sconfitte. L’ultimo confronto diretto, in Serie B, si chiuse con un gol di Tabanelli che sancì, di fatto, la promozione del Lecce in A (dati wlecce.it).