Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – ‘Quel pomeriggio di un giorno da cani’: Palaia accusa e va via, Liverani esonerato

Putiferio in casa Lecce. Succede tutto in pochissime ore. Il dottor Palaia, con una nota, accusa mister Liverani di “dispute” sulla gestione degli infortunati e si dimette. La società esonera il tecnico e ringrazia il dottore, pur non condividendone i toni.

LA NOTA DI PALAIA«In data 18 agosto 2020 si è concluso il mio rapporto di collaborazione, in qualità di responsabile sanitario, con l’U.S. Lecce per espressa volontà del signor Fabio Liverani, responsabile tecnico, che ha addotto presunti contrasti tra di noi, se contrasti possono chiamarsi le dispute per la gestione degli atleti infortunati così numerosi come mai nella mia quarantennale carriera di medico da campo. Ringrazio la societàprosegue -, che mi ha proposto ruoli alternativi, che non si confanno col mio modus operandi, ringrazio il presidente, i vicepresidenti e tutto il consiglio di amministrazione per l’affetto e stima dimostratami». «Un ringraziamento particolare va ai tifosi, soprattutto ai ragazzi della Nordaggiunge, che in quasi quarant’anni mi hanno supportato come professionista e come uomo in particolari momenti della mia vita».

LE NOTA DELLA SOCIETÀ“L’U.S. Lecce S.P.A. comunica di aver sollevato in data odierna dall’incarico di tecnico della prima squadra il Sig. Fabio Liverani. Con riferimento ai rapporti di lavoro intercorrenti con il tecnico su menzionato l’US Lecce riserva ogni opportuna valutazione in ordine ad eventuali profili di responsabilità. L’U.S. Lecce prende atto delle dichiarazioni odierne del Dott. Palaia e, pur non condividendone la forma, il tono e le valutazioni riferite alle condotte di altri tesserati, lo ringrazia per la preziosa attività svolta e gli augura le migliori fortune professionali”.

Il rapporto tra il Lecce e il dottore “Peppino” Palaia comincia nel 1977 e va avanti per oltre un trentennio, interrompendosi nel luglio del 2013. Poi l’esordio nel mondo del basket con l’Enel Brindisi fino al ritorno al Lecce nel settembre del 2017, poche ore dopo che la società ufficializzò Liverani.

Quando sembrava prolungarsi il matrimonio del tecnico romano con la società salentina, vivo, appunto, da metà settembre 2017, in sostituzione di mister Roberto Rizzo (con un brevissimo interregno di Primo Maragliulo), ecco il colpo di scena: dopo due promozioni consecutive, dalla C alla A, e la retrocessione fresca da giorni, arriva la parola “fine“. Una fine che nessuno aveva mai immaginato potesse arrivare in queste condizioni.