LECCE – Liverani post-Cosenza: “Test per dare minutaggio ad alcuni uomini chiave”. E parla di Farias, Babacar, Mancosu e Imbula

"Babacar si è allenato da solo per tutta l'estate. Imbula è al 20-30%. Farias dovrebbe impiegare meno tempo per entrare in condizione. Mancosu è intelligente, sa di non essere quello della gara col Verona"

Foto: mister Fabio Liverani

Il test contro il Cosenza ha portato in dote per il Lecce qualche segnale positivo, ma anche alcuni meccanismi su cui lavorare e soprattutto una condizione fisica da ritrovare, soprattutto in alcuni elementi chiave: “Abbiamo organizzato questo test per dare del minutaggio ad alcuni calciatori – spiega Fabio Liveraniperché diversi di loro non hanno la condizione ideale per giocare in campionato e quindi questo era il modo migliore per aiutarli; ora occorre avere pazienza, non sarà semplice, ma una volta trovata la condizione ottimale credo che sia possibile conquistare l’obiettivo”.

Proseguendo la conferenza il tecnico romano analizza la condizione atletica e il momento di alcuni singoli, che potranno risultare decisivi per la stagione giallorossa: Babacar, come tutti quei calciatori che vanno sul mercato si è allenato da solo per un’estate intera, gli ultimi minuti li ha fatti a maggio, oggi siamo a settembre, quindi è chiaro che ad oggi non può giocare novanta minuti; stesso discorso vale per Imbula, lui ora è al 20-30%, i suoi strappi per noi saranno molto importanti, oggi ha preso solo una botta sul fianco destro, non dovrebbe essere nulla di grave. Farias, – dice Liverani, ha bisogno di un po’ di tempo per essere il vero Farias, anche se lui non gioca dall’ultima di campionato e per la struttura che ha, dovrebbe impiegare meno tempo per entrare in condizione; Mancosu è un ragazzo intelligente, sa bene di non essere quello della gara contro il Verona, purtroppo però ha fatto pochi allenamenti ed oggi siamo al lavoro per portarlo in condizione, mentre Falco ha solo avuto un crampo, nulla di grave”.

Per ciò che concerne il sistema di gioco del nuovo Lecce, l’ex Ternana ha in mente diverse soluzioni tattiche, considerando però appartenenza e mentalità due alleati fondamentali: Questa squadra può adottare diversi moduli, il 4-3-3, il 4-3-1-2, il 4-3-2-1, ma adesso abbiamo bisogno di entrare in condizione, quando avremo la rosa in forma, avremo tutte le possibilità che vogliamo, e io ci credo veramente; da quando ho iniziato questa mia avventura, molto importante per noi  è stato il senso d’appartenenza a questa maglia, a questa città, a questa società, perché senza appartenenza non si sta dentro ad un gruppo; occorre trovare la giusta unione tra nuovi e vecchi, i nuovi ci stanno mettendo molta disponibilità, una volta trovata questa unione, saremo la squadra di sempre”.

Per il gruppo domenica di riposo. Gli allenamenti riprenderanno domani pomeriggio alle 17.30 all’Acaya Golf Resort in vista del posticipo di lunedì sera a Torino contro i granata.

Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati