LECCE – Liverani cerca conferme: “Andria difficile da espugnare, serviranno concentrazione e qualità”. I convocati

Riguardo eventuali novità di formazione: "Devo considerare le tre gare ravvicinate, per cui avrò bisogno di contare su tutti gli elementi a disposizione"

liverani-caputo

Foto: Fabio Liverani (©Salentosport.net)

Dopo il Cosenza, il Lecce è chiamato a sfidare un’altra compagine che occupa i bassifondi del girone C pur vantando una solida struttura di squadra, nella fattispecie la Fidelis Andria che in campionato vanta lo stesso numero di sconfitte del quotato Catania (appena tre). Lo sa bene mister Fabio Liverani, che nel corso della conferenza stampa della vigilia ha più volte messo in guardia i suoi, invitandoli come fatto proprio prima del precedente incontro a lasciar perdere la graduatoria che potrebbe dire bugie circa l’effettiva difficoltà del match.

I biancazzurri di Loseto, infatti, hanno tutte le caratteristiche della squadra ostica da superare anche, e forse soprattutto, per una big: “E’ vero, la Fidelis Andria non ha mai vinto, ma altrettanto vero è che hanno perso poco, il che li rende avversario difficile da affrontare e da battere, poiché comunque possiedono un buon equilibrio. Hanno dei giocatori di buona qualità, sono molto aggressivi soprattutto sui calci da fermo e giocano lunghi, pronti a lanciarsi sulle seconde palle. A prescindere da quello che sarà il loro modulo, mi sembrano una squadra in salute, in difficoltà solo dal punto di vista dei risultati. Credo che a vedere la classifica si hanno indicazioni che non rispecchiano l’effettivo coefficiente di difficoltà che avrà il match per noi. Dal canto nostro non dovrà dunque mancare la consueta concentrazione che ha contraddistinto il nostro recente cammino, per produrci in una buona prestazione. Peccato per l’assenza dei nostri tifosi, questo è un aspetto del nostro gioco che non ci piace proprio”.

Liverani non esclude novità di formazione: “Escluso Marino, che comunque non ha riportato lesioni ma solo un’infiammazione, sono tutti a disposizione, alla luce del rientro di Drudi che è completamente recuperato. Per questo trittico di partite che inizia domani abbiamo dunque a disposizione quasi tutti, dunque ci sarà spazio ogni elemento della rosa più o meno, perché gli impegni sono tanti e si susseguiranno poi con intensità fino alla sosta. Tutti dovranno farsi trovare pronti. Cambi di formazione? Come detto ci sono tre partite ravvicinate, cercherò di attingere ai vari componenti della rosa”.

Per il tecnico il Lecce non ha registrato stravolgimenti particolari, a dispetto dell’inversione di tendenza che ha portato dal vedere gare ricche di gol da una parte e dall’altra a quelle con pochi gol fatti e zero subiti con Akragas, Matera e Cosenza: “Semplicemente qualche settimana fa abbiamo fronteggiato squadre che ci hanno affrontato a viso aperto, concedendoci tanto ma creando anche di più. Con Matera e Cosenza è stato certamente più difficile creare gioco per noi, vista la qualità dei reparti difensivi avversari. In ogni caso ogni partita è diversa, e noi dobbiamo essere bravi a sfruttare le occasioni perché in linea di massima chi gioca con noi ci riserva un’attenzione particolare. E’ un campionato particolare, le cui partite cambiano completamente di copione a seconda degli episodi”.

***

Ecco la lista dei convocati per il match di domani:

PORTIERI: Perucchini, Chironi, Vicino

DIFENSORI: Ciancio, Gambardella, Cosenza, Drudi, Riccardi, Di Matteo, Valeri

CENTROCAMPISTI: Costa Ferreira, Armellino, Mancosu, Lepore, Arrigoni, Tsonev, Megelaitis, Lezzi

ATTACCANTI: Di Piazza, Caturano, Torromino, Pacilli, Dubickas

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati