Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – Giudice sportivo, due turni e multa per Rodriguez. Che saluta: “Grazie per tutto l’amore e l’affetto, ora riposo”

Non ci è andato leggero il Giudice sportivo con Pablo Rodriguez, espulso al triplice fischio della gara di ieri sera tra Lecce e Venezia.

Lo spagnolo, secondo quanto riporta il comunicato del Giudice sportivo, è stato squalificato per due giornate. In aggiunta, c’è la sanzione pecuniaria di 3mila euro. Questa la motivazione: “Per avere, al termine della gara, lanciato con violenza il pallone e, con atteggiamento intimidatorio, rivolto all’arbitro una critica irrispettosa; per avere, inoltre, negli spogliatoi, colpito violentemente con due pugni la porta dello spogliatoio degli ufficiali di gara; infrazione, quest’ultima, rilevata dai collaboratori della procura federale”.

Intanto, questa mattina, Pablito, ha voluto salutare i tifosi, dando l’appuntamento al prossimo anno.

Cari tifosi, qui finisce la nostra stagione, impotenza, rabbia soprattutto sapore agrodolce di come è finita la partita, ma questo già è passato.
Quello di cui non ho dubbi è che nulla può essere incolpato su questa squadra, perché hanno combattuto e hanno lasciato la loro pelle fino all’ultimo minuto, e così perdono solo i vincitori! Ma il calcio è così, cadere per rialzarsi e sono sicuro che il calcio ce ne deve uno.

Personalmente è stato un anno di tante emozioni; apprendimento, crescita, maturità…dove non è stato facile per me a causa di tutti gli infortuni, un grande aspetto da migliorare. Ma ogni volta che sono entrato in campo con questa maglia, il sentimento di lotta, dedizione e impegno per questi colori non è mai mancato.

Grazie a tutti coloro che rappresentano questo magnifico club per questo grande anno, dallo staff, compagne ai tifosi. E per tutto l’amore e l’affetto instancabile che hanno avuto per me, giorno dopo giorno, mi hanno fatto sentire a casa in ogni momento.
Spero di poterglielo restituire il prossimo anno festeggiando tutti insieme allo stadio.

Ora è il momento di riposare, disconnettersi e recuperare le energie per essere di nuovo io e riuscite a vedere la mia versione migliore.

(foto: P. Rodriguez, ph. Coribello-SalentoSport)