DILETTANTI – Errico: “Una volta i dirigenti erano veri conoscitori di calcio. Ripartire da Presicce? Con Raone…”

"L'ex presidente del Tricase è un vincente", così Errico non scarta a priori l'ipotesi di ripartire dal basso dopo la stagione passata che lo ha visto protagonista in rossoblù

errico-rocco-tricase

Foto: R. Errico

Archiviata la passata stagione con la vittoria dei playoff di Promozione, e smaltita l’amarezza per il mancato ripescaggio del Tricase in Eccellenza, Rocco Errico è al momento senza panchina. L’ex tecnico rossoblù è sulla stessa linea di pensiero del collega Beppe Mosca che qualche giorno addietro, in esclusiva per SalentoSport, si era apertamente schierato contro “pseudoprocuratori che condizionano il mercato, screditando alcuni allenatori” (leggi QUI). “È davvero così – sostiene Errico – e purtroppo non ci sono più i presidenti, i dirigenti di una volta, che erano veri conoscitori di calcio. Ora i vertici societari si affidano ad alcune persone che sempre più spesso fanno i propri interessi, piuttosto che quelli del club”.

Errico non esclude di ripartire dal basso: “Ho saputo che il presidente Raone, persona splendida alla quale mi lega tanto affetto, potrebbe ripartire da Presicce (probabilmente una squadra unica con Acquarica del Capo, ndr), in Terza Categoria. Qualora ci fossero le condizioni e venissi contattato, non scarterei a propri l’opportunità per ragioni legate alla categoria. Tutto dipende dalla serietà del progetto e dalle reali intenzioni di portare Presicce in campionati più prestigiosi, e con Raone al timone non ho dubbi sarà così, in quanto ritengo sia un vincente nato. Lo ringrazio pubblicamente, così come un ringraziamento va rivolto ai dirigenti Tundo, Dell’Abate e Romano, che a Tricase ho avuto al mio fianco, veri professionisti sportivi”.

Lorenzo FALANGONE
Nato 27 anni fa a Nardò. Dottore in Comunicazione e Giornalista pubblicista. Caporedattore di SalentoSport e reporter per PiazzaSalento. Premio "M. Campione" 2015 come miglior articolo sportivo di Puglia. Autore del libro "Per dirti ciao".

Articoli Correlati