DILETTANTI – Tisci: “Classifiche in base al quoziente punti. Ricorsi? Non sarà un’estate ‘calda’…”

"Nel decreto rilancio, il Governo ha dato grande autonomia a tutte le Federazioni, precisando anche in caso di ricorsi, bisognerà procedere con dei tempi molto più brevi, esaurendo tutti i gradi di giudizio nel giro di un mese massimo"

tisci

Foto: V. Tisci

Fonte: Telesveva |

Dopo la decisione ufficiale da parte della Figc di sospendere tutti i campionati dilettantistici, oggi il consiglio direttivo della Lega Nazionale  Dilettanti, emanerà le linee guida da seguire per la conclusione della stagione 2019-2020. Proprio in merito a tutto ciò, il presidente della Lnd Puglia, Vito Tisci è intervenuto ai microfoni di Telesveva, precisando e chiarendo diverse situazioni, tra cui la redazione delle classifica in base alla media punti, argomento del quale ne parlavamo QUI a fine aprile.

PROMOZIONI E RETROCESSIONI
: “Il consiglio direttivo di Lega è chiamato ad una grande responsabilità, poiché dovrà elaborare un documento che sarà poi presentato al Consiglio Federale, che sappiamo essere l’organo supremo nell’ambito calcistico. Nel prendere decisioni su promozioni e retrocessioni dalla Serie D in giù verrà utilizzato il criterio del merito sportivo. Probabilmente si potranno usare anche dei criteri diversi tra il campionato di Serie D e quelli regionali, ma per l’ufficialità occorrerà attendere il Consiglio Federale che si pronuncerà nei primi giorni di giugno. Laddove vi è disparità di partite fra una squadra e l’altra, ovviamente faremo ricorso al quoziente punti, non solo per assegnare la prima posizione, ma per stilare tutta la classifica, considerando che questa situazione non riguarda solo il girone B di Promozione.”

EVENTUALI RICORSI: “Non dimentichiamo mai che questa è una stagione straordinaria. Nel decreto rilancio, il Governo ha dato grande autonomia a tutte le Federazioni, precisando anche in caso di ricorsi, bisognerà procedere con dei tempi molto più brevi, esaurendo tutti i gradi di giudizio nel giro di un mese massimo, e non sarà prevista nemmeno la sospensiva, quindi a differenza di altre annate non prevedo un’estate calda e lunga. Sappiamo che qualsiasi decisione verrà presa ci saranno sempre degli scontenti, ma come già detto, la Federazione sta cercando di ridurre al minimo i ricorsi, senza dimenticare che ci sarà anche la possibilità di ripescaggi. Noi dal canto nostro abbiamo il compito di concludere la vecchia stagione e di ripartire con la prossima con dei nuovi organici.”

RIAPERTURA CENTRI SPORTIVI E SCUOLE CALCIO: “Questo è l’argomento caldo degli ultimi giorni. Il Dpcm ha sancito la riapertura dei centri sportivi  a partire dal 25 maggio, con il ministero dello Sport che ha dettato delle linee guida ben precisa per la ripresa delle attività, che prevedono diverse importanti precauzioni. Ad oggi non si potranno fare partitelle, ne si potrà toccare il pallone, ma solo allenamenti individuali; siamo in attesa di un protocollo ad hoc per le scuole calcio, ma ripeto, in questo momento è preclusa la possibilità di fare partitelle, sperando che nelle prossime settimane la situazione migliori ulteriormente.”

Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati