Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

in foto: Nicola Ragno
copyright: Coribello/SS

NARDÒ – Ragno: “Ai punti abbiamo vinto noi. Sul mercato…”. Mengoli: “Una delle nostre migliori partite”

Il Nardò conserva la sua imbattibilità stagionale e guadagna un punto sul manto erboso del Capozza.

“Siamo venuti a giocare su un campo difficilissimo – commenta nel post partita mister Nicola Ragnocontro una squadra che ambisce al salto di categoria. Siamo venuti rispettando l’avversario e cercando di fare la nostra partita, come facciamo sempre e con chiunque, del resto. Le nostre occasioni le abbiamo avute, purtroppo non le abbiamo buttate dentro. Non abbiamo mai fatto tirare il Casarano. Loro in avanti hanno fatto poco, non per lo loro qualità, ma grazie alla nostra difesa. C’è rammarico, perché ai punti abbiamo vinto noi. Ora abbiamo altre 4 gare in cui incontriamo altre 4 grandi del torneo. Noi rispettiamo tutti, li studiamo tutti bene in settimana. Sul fronte mercato, non faremo tantissimo, perché il nostro obiettivo non è la vittoria, ma mettere le basi per un programma biennale e triennale. L’obiettivo stagionale è una permanenza tranquilla. Viviamo alla giornata. Cerchiamo di fare più punti possibile, tentando di raggiungere l’obiettivo quanto prima e poi, stando là, vedremo cosa fare. In ogni caso non faremo grandi cose alla riapertura del mercato. Arriveranno 2-3 elementi, perché abbiamo bisogno di qualcosa in avanti e a centrocampo. Dispiace per l’assenza dei tifosi, peccato perché tra le due tifoserie c’è amicizia”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Giacomo Mengoli.

“Ci aspettavamo questa partita – dichiara il centrocampista contro una squadra forte. Abbiamo fatto una delle migliori partite. Lavoriamo tutta la settimana con impegno e i risultati si vedono. Siamo stati bravi a contenere il Casarano. Abbiamo attaccato parecchio, abbiamo avuto sfortuna, ma dobbiamo continuare così. Alla fine i risultati verranno. L’obiettivo è e resta la salvezza. Raggiunta la salvezza, vedremo, partita dopo partita, di alzare l’asticella. Dispiace per l’assenza del pubblico, il calcio è della gente. Speriamo risolvano il prima possibile questa situazione, perché il pubblico aiuta tanto ed è fondamentale. Oggi il tifo è mancato tanto, perché quando sei in difficoltà, sono i tifosi a darti la forza necessaria”.