SERIE D – Mancato ripescaggio in C, furia cieca dei tifosi del Cerignola. Ma presidente e Sindaco promettono battaglia

Il presidente Grieco: "Il posto spettava a noi e non al Bisceglie". Il sindaco Metta: "E' una porcata". Per "protesta" alcuni tifosi bloccano la A14. Presa a sassate una troupe della Rai, poi le scuse di Grieco e Metta

cerignola-logo

Dalla grande gioia per la sentenza del Collegio di garanzia del Coni, all’atroce delusione per la nuova estromissione dal prossimo campionato di Serie C: sono questi gli umori che hanno colpito la città di Cerignola nelle ultime ventiquattro ore, con la società ofantina che ora non ci sta e preannuncia battaglia, come spiega il preside Nicola Grieco: “Altre squadre meritano più attenzione di noi – racconta  il numero uno gialloblu –, malgrado abbiamo dimostrato di essere una società solida e seria, in un calcio dove ci sono tante squadre indebitate dalla B alla C , noi che siamo sani restiamo a casa, se questo è il calcio allora vorrà dire che mi faccio da parte; cercheremo di dimostrare a tutta l’Italia come effettivamente il nostro campo sia a norma perché è stato commesso un grave crimine, contro il calcio e contro tutta la città di Cerignola. Se la Federazione vuole il format a 60 squadre, l’ultimo posto vacante spetta a noi e non al Bisceglie, poiché – conclude Grieco, ci sono già tre riammesse e due ripescate. Il posto finale spettava all’Audace, ci stato tolto un diritto”.

Molto dura anche la posizione del sindaco Francesco Metta, che sferra un duro attacco al presidente della Lega C, Francesco Ghirelli: “Stanno commettendo una porcata ai danni dell’Audace Cerignola, è stata ignorata la decisione del Collegio di garanzia del CONI, a noi favorevole. È un comportamento indegno, ingiusto, indecoroso; sono in attesa di una chiamata del presidente Ghirelli – prosegue il primo cittadino ofantino-, se non avrò immediate garanzie, denuncerò per abuso d’Ufficio il presidente Ghirelli che ignora una sentenza e se ne infischia del CONI, violando le decisioni della sua stessa Lega”.

Nella giornata di ieri, intanto, come forma di “protesta“, un gruppo di tifosi ha bloccato per un’ora il traffico sull’A14 e occupato l’ingresso del casello autostradale, rallentando il flusso veicolare in entrata. Un altro, composto da circa 30 persone, sarebbe entrato invece lungo l’autostrada, in prossimità della rampa di scorrimento per Cerignola. Presa a sassate anche l’auto della troupe della Rai che stava riprendendo i fatti. A seguire sono giunte le scuse ai colleghi della Rai da parte del presidente Grieco, a nome dell’Audace, e del sindaco Metta a nome della città.

Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati