CASARANO – Giacomarro e Palmisano suonano la carica in vista della gara con il Foggia

Il Casarano spera di proseguire la serie positiva di due vittorie e un pareggio in quel di Foggia

dario-giacomarro-casarano-131019-ss

Concentrazione massima sul big match di domenica contro il Foggia.

Mi aspetto – dice Dario Giacomarro – di trovare un ambiente caldo, una squadra aggressiva. Sarà una partita maschia e difficile anche perché il Foggia ha giocatori importanti. Speriamo di continuare questa striscia positiva. Faremo il possibile, andremo lì con la testa giusta per portare a casa i tre punti”.

Poi il centrocampista rossoazzurro commenta la gara di domenica scorsa con il Sorrento.

“Volevamo conquistare la terza vittoria – aggiunge – per acquisire maggiore consapevolezza nei nostri mezzi, perché, come si dice, vincere aiuta a vincere. Certo, un punto è meglio di niente, ma dovevamo essere più concreti e fortunati. Le aspettative sono di fare bene, ancora meglio di come sta andando. Non siamo partiti benissimo, ma ora siamo sulla strada giusta, stiamo iniziando ad esprimere il nostro gioco e siamo contenti”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Palmisano.

“Con il Sorrento – dice l’esterno rossoazzurro – abbiamo disputato una buona gara, non siamo stati fortunati, se pensiamo ai pali colpiti da Mincica e Mattera e al rigore sbagliato. Ce l’abbiamo messa tutta sino alla fine. Va considerato che ci sono anche gli avversari, che ci studiano e sanno come giochiamo. Credo sia stata una partita a senso unico, siamo stati bravi anche a non prendere gol sulle loro ripartenze. I primi ad essere delusi per non aver fatto gol e per non essere riusciti a portare a casa la vittoria siamo noi, insieme ai tifosi e alla società”.
Non c’è da recriminare sul rigore sbagliato.
“D’accordo con il mister, i rigori li batte chi se la sente. In questo caso Olcese si è assunto la responsabilità. Purtroppo i rigori si possono fallire, e avrebbe potuto sbagliare anche qualcun altro. Non bisogna farne un dramma”.
Palmisano è una delle poche riconferme della passata stagione, una stagione esaltante,
“Già vincere un campionato
– aggiunge – resta indimenticabile, figuriamoci poi anche una coppa nazionale. Sono ricordi che porterò sempre dentro di me. Ma ora c’è da pensare a questo campionato e a dare il massimo. Abbiamo la fortuna di avere alle spalle una società seria, che cura ogni minimo particolare. E questo è importante, dà sicurezze a noi giocatori e ai tifosi”.

Non poteva mancare un riferimento alla trasferta in terra dauna.
“Come sempre
– conclude Palmisano scenderemo in campo con la mentalità di attaccare e cercare di portare a casa i tre punti. Non ci sentiamo inferiori a nessuno, prepareremo la partita nel migliore dei modi. Spero sia una bella partita. Certamente non sarà facile, per noi ma neanche per loro”.

Articoli Correlati