Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

in foto: A. Foglia Manzillo
copyright: SalentoSport

CASARANO – Foglia Manzillo: “Sono arrabbiato, troppe occasioni sprecate. Per il primo posto si fa difficile…”

C’è rammarico in casa rossoazzurra per le occasioni sprecate che avrebbero consentito al Casarano continuare a coltivare il sogno della promozione diretta. Il pareggio casalingo per 1-1 con il Fasano lascia l’amaro in bocca.

“Sono arrabbiato – commenta subito la gara il tecnico del Casarano, Antonio Foglia Manzilloper le occasioni sprecate, sulle altre variabili non possiamo incidere. Non ci penso neanche. Il Casarano doveva vincere questa e le altre sette se volevamo ambire al primo posto. Dopo la vittoria della Cavese con il Bitonto e il nostro pareggio, si fa difficile. È stata la classica partita che facciamo noi, con uno schieramento molto offensivo, che può concedere qualcosa agli avversari, talvolta anche il pallino del gioco, ma a fine partite le nostre occasioni sono sempre di più rispetto agli avversari. Due tiri da ottima posizione mandati fuori, il gol annullato a Citro, il tiro a giro di Strambelli, e tante altre situazioni in contropiede che abbiamo avuto in parità numerica, dove con la qualità che abbiamo c’erano i presupposti per saltare l’uomo e andare in porta. È andata così, pensiamo alla prossima. Nel secondo tempo eravamo un po’ bassi? Forse da fuori non si vedeva, ma il vento c’era. Il primo tempo era a favore nostro, il secondo era contro. Il vento fa la differenza. All’intervallo eravamo carichi e ci siamo detti che dovevamo portarla a casa, il rammarico è che le occasioni le abbiamo avute. Il Fasano è questo, lo conosciamo, contro le prime ha perso solo col Barletta. Sapevamo che era difficile, dovevamo fare una grande gara per venirne a capo. Loro facevano questo pressing, avevamo studiato qualche contromisura, giocando su Mercurio e Strambelli esterni, qualche volta ci siamo riusciti. Nel secondo tempo eravamo controvento e ci siamo abbassati, i nostri esterni sono rimasti indietro, la seconda palla la prendevano loro. Ma non credo che questo pressing ci abbia dato tantissimo fastidio”.