CASARANO – De Candia, alla vigilia della gara contro il Taranto: “Vogliamo essere protagonisti”

Conferenza stampa pre-gara prima dell'attesissimo derby di Puglia con il Taranto: "Loro verranno a Casarano con l'intenzione di fare la partita dopo la sconfitta di domenica che non hanno meritato", dice il tecnico rossazzurro

conferenza_stampa_casarano_Calcio_07_09_2019_

Foto: Maci e de Candia in conferenza stampa

È un Pasquale De Candia determinato, focalizzato sull’obiettivo, che fa dell’umiltà e dell’abnegazione le sue qualità principali, quello che si è presentato questa mattina ai microfoni della sala stampa del «Capozza» per la conferenza pre-partita.

I tifosi e gli sportivi casaranesi hanno imparato a conoscere e ad apprezzare le doti del tecnico molfettese nel corso dell’esaltante stagione conclusasi con il triplete. Oggi, comincia un’altra avventura, con nuovi avversari da battere e nuove sfide da affrontare, a partire da quella di domani, con il Taranto di mister Nicola Ragno; quel Ragno del quale De Candia è stato vice per diversi anni.

La conferenza è stata aperta dai saluti del presidente Giampiero Maci.

“L’auspicio – dice Maciè di una bellissima giornata di sport. In un Capozza rimesso a nuovo, incontreremo una squadra gloriosa. Conosco personalmente molti componenti della società ionica della cui amicizia mi onoro”.

Poi la parola passa al tecnico.

“Le tre settimane di sosta dopo la gara di Coppa Italia – dice Pasquale De Candia non giocheranno a nostro favore. Avremmo preferito disputare almeno un’altra gara ufficiale, poiché le amichevoli, per quanto possano essere utili, non forniscono indicazioni molto attendibili. Le partite ufficiali, invece, danno motivazioni diverse. Non facciamo drammi per l’esclusione dalla Coppa ai rigori con il Nardò, perché quest’anno la Coppa Italia, pur essendo un trofeo certamente importante, è priva di valenza ai fini del passaggio di categoria”.

Il tecnico rossoazzurro si sofferma sul gruppo allestito nei mesi estivi per ben figurare nel campionato di Serie D.

“So – dichiara – che c’è molta curiosità intorno al Casarano, c’è da parte dei tifosi e c’è anche da parte nostra. Fortunatamente, grazie al prezioso lavoro del mio staff, avrò a disposizione l’intera rosa, che è una rosa ampia e di qualità e per la quale ringrazio la società. Posso dire di aver una buona conoscenza del gruppo, anche grazie al buon ritiro precampionato, svolto in un clima sereno e produttivo, eccezion fatta per l’annullamento dell’amichevole con il Perugia. Anche quello è stato un peccato, perché avremmo avuto un’occasione in più per metterci alla prova e perché avremmo disputato una gara di prestigio. È chiaro, però, che, soprattutto a livello umano, impareremo a conoscerci meglio nel corso della stagione”.

Alla domanda su che gara si aspetti domani, il tecnico non ha dubbi.

“Domani – incalza – mi aspetto il Taranto che mi sarei aspettato 15 giorni fa. Verrà a Casarano con l’intenzione di fare la propria partita, dopo la sconfitta di domenica con il Brindisi, una sconfitta che non ha meritato”.

Guardare al futuro vuol dire anche fare i conti con il proprio passato. De Candia, che ha ampiamente dimostrato le sue doti sul campo, ne è consapevole.

“Conosco bene il tecnico rossoblù – aggiunge, non senza un pizzico di commozione, De Candia Nicola Ragno è uno che non molla, è determinato, con una forte propensione all’attacco. Non verranno qua per aspettarci. Incontrare Ragno da avversario non mi è assolutamente indifferente, sono contento ed emozionato. Sono contento anche che ci siano i tifosi del Taranto, perché il calcio è fatto anche di questo, di tifoserie che si fronteggiano e che, sono certo, regaleranno uno spettacolo nello spettacolo. Noi faremo la nostra parte. Abbiamo sempre recitato un ruolo da protagonista e siamo intenzionati a farlo anche in questa stagione. La società ha deciso di darmi fiducia, nonostante il mio non sia certamente un nome di primo piano in Serie D. Questo mi gratifica, mi carica di responsabilità ed è un ulteriore stimolo a far bene”.

Articoli Correlati