Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

CASARANO – Calabuig: “Vogliamo essere protagonisti in campo, in casa e fuori. Possiamo giocarcela con chiunque”

Il Casarano si gode la vetta temporanea della classifica, in virtù della vittoria per 2-0 con il Cerignola, ma già guarda a domenica prossima, quando incrocerà, in trasferta, la Casertana, altra squadra allestita per vincere.

“È troppo presto – commenta a caldo l’allenatore del Casarano, Matias Calabuig per guardare alla classifica. Siamo ancora alla prime giornate, ma siamo soddisfatti, in quanto abbiamo maturato la convinzione che, quando lavoriamo in un certo modo, possiamo giocarcela con chiunque. Il nostro credo, la nostra idea è quella, sappiamo che questa sarebbe stata una partita difficile. Dovevamo sudare dal primo all’ultimo minuto. Il difficile viene adesso, ma anche il bello, perché tutti vogliono stare lì e giocare sempre ai vertici della classifica o almeno tentare di starci. È vero che è difficile gestire, ma è pur vero che è quello che stiamo cercando di fare. Domenica si va a Caserta, al di là della tattica, la nostra idea di essere protagonisti nel campo non cambia, in casa o fuori. Sappiamo che è una trasferta difficile e la prepareremo al meglio”.

Emozioni opposte tre le fila del Cerignola. “È difficile – dichiara nel dopogara il presidente Danilo Quartogiocare quasi 80 minuti con un uomo in meno, in un campo difficile con il Casarano, in una gara di cartello. L’espulsione c’era tutta, eppure, nonostante l’inferiorità numerica, abbiamo avuto le nostre occasioni per poter riaprire la gara e tornare sul risultato di parità. È chiaro che con l’espulsione è diventato tutto molto complicato. La partita è diventata spezzettata e nervosa. Abbiamo avuto un’occasionissima con Malcore a pochi minuti dal fischio finale del primo tempo. Lì potevano cambiare le sorti del secondo tempo. Poi c’è stato il gol del raddoppio. Nulla da dire ai ragazzi per l’impegno, sono partite determinate da un episodio. Oggi c’è stata una disattenzione difensiva e abbiamo avuto una espulsione giustissima. Nonostante ciò, abbiamo tenuto botta a una squadra di ottime individualità, una squadra che punta in alto. Piena fiducia al mister, allo staff e a tutti i ragazzi. Ora la mente è proiettata alla gara di domenica. Giocando ogni tre giorni dobbiamo recuperare energie fisiche e mentali”.

(foto: M. Calabuig)