Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

SERIE B – Lecce, dopo un mese riecco il campo: c’è il Vicenza che non sembra voler alzare bandiera bianca

Dopo circa un mese di pausa, tra giorni di vacanza e giorni di stop forzato causa Covid, ritorna domani sera la Serie B coi recuperi della diciottesima giornata, non disputati lo scorso 19 e 20 dicembre. Il programma prevede due partite in contemporanea, alle 20.30. Detto del Lecce che sfida il Vicenza di Cristian Brocchi, l’altro confronto diretto tra Benevento e Monza riguarda in toto le alte sfere della classifica. Lecce, Benevento e Monza sono appaiate a 31 punti al quarto posto. Ciò significa che qualora la squadra di Baroni dovesse portare a casa i tre punti, appaiando il Brescia al secondo posto, automaticamente ne guadagnerà su almeno una tra Benevento e Monza.

I giallorossi non scendono in campo dal 16 dicembre, quando passarono sul campo dello Spezia in Coppa Italia, cinque giorni dopo aver interrotto a Pisa la striscia di risultati utili consecutivi. Nel frattempo, la rosa è un cantiere aperto per ciò che riguarda la finestra del mercato di riparazione. Hanno lasciato il Salento Bjarnason, Meccariello e i giovani Felici e Back; al momento, è arrivato il solo Faragò, ma non sarà l’unico nuovo elemento di gennaio.

C’è molta curiosità di tastare il polso alla squadra, dopo le ultime prestazioni dello scorso anno. Gli obiettivi sono ancora tutti ampiamente alla portata del club che, tra l’altro, potrà anche togliersi lo sfizio di giocarsi il passaggio ai quarti di finale di Coppa Italia andando a far visita ad una – al momento – non brillantissima Roma. Ovviamente, la Coppa Italia è un obiettivo secondario: la corsa al primo posto è ciò che conta e servirà subito ricominciare a fare bottino pieno contro una squadra, il Vicenza, che annaspa sui bassifondi della classifica ma che non ha alcuna intenzione di alzare bandiera bianca, come testimoniano anche i nuovi ingaggi perfezionati dalla società (gli attaccanti Teodorczyk e Da Cruz e il centrocampista Boli) mirati a un cambio di rotta. I biancorossi, però, dovranno fare i conti con un organico ridotto all’osso, causa Covid.

Il bilancio dei precedenti tra Lecce e Vicenza giocati nel Salento è leggermente a favore dei padroni di casa che hanno vinto sette partite su 15, perdendone cinque e pareggiandone tre. L’ultimo confronto diretto, quello del 27 dicembre 2020, finì 2-1 per il Lecce con gol di Mancosu e Rodriguez a ribaltare il momentaneo vantaggio ospite di Marotta. Il Lecce ha vinto le ultime tre partite giocate in casa contro i veneti, nelle cui file milita un terzino che, nel Salento, ha lasciato buonissimi ricordi: Marco Calderoni.

Dirigerà la sfida il signor Antonio Di Martino della sezione di Teramo: con l’arbitro abruzzese, il Lecce ha vinto solamente tre volte su otto partite (dati wlecce.it).

Il programma dei recuperi (13/01 ore 20.30):

Benevento-Monza: Paolo Valeri di Roma 2 (Galetto-Moro D.; IV Carella; VAR Nasca-Giallatini)

Lecce-LR Vicenza: Antonio Di Martino di Teramo (Di Vuolo-Cipriani; IV Maranesi; VAR Guida-Dei Giudici)

CLASSIFICA: Pisa 38 – Brescia 34 – Cremonese 32 – Lecce*, Benevento*, Monza* 31 – Cittadella 29 – Frosinone 28 – perugia 27 – Ascoli 26 – Como 25 – Ternana, Parma, Reggina 23 – Spal 20 – Alessandria 17 – Cosenza 16 – Crotone 11 – Pordenone 8 – Vicenza* 7.

*: Una gara in meno

(foto: un’immagine di Lecce-Vicenza dello scorso anno – ph Coribello/SalentoSport)