Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

SERIE A – Tommasi (Aic): “Attendiamo risposte sul protocollo. Se si dovesse chiudere la stagione sul campo…”

“Siamo in attesa di avere novità su questo benedetto protocollo sanitario che è necessario in vista della presunta data della ripresa collettiva del 18 maggio”. Così Damiano Tommasi, presidente di Assocalciatori, in una diretta web con alcuni giornalisti.

“C’è ancora molta incertezza, in Serie A ogni squadra ha ricominciato gli allenamenti con modalità diverse, ma ad oggi non ci sono novità sul protocollo che dovrà esprimersi sugli aspetti importanti degli allenamenti, come i contatti fisici e sulle modalità di comportamento da seguire in caso di contagi. Tornare in campo, comunque, ha una funzione riabilitativa in vista di una eventuale ripresa. Contiamo di avere novità dal Comitato tecnico scientifico entro l’8 maggio, quando avremo il Consiglio federale. Ad ogni modo, serviranno almeno quattro settimane di allenamenti ai calciatori per completare la preparazione e tornare eventualmente in campo. Al primo posto c’è sempre la salute e su questo non ci sono dubbi; anche chi vuole tornare in campo spinge per avere un protocollo da seguire. Ci sono comunque dei punti interrogativi da risolvere, come la ripresa a ritmo serrato in due mesi o, eventualmente, alla fine dell’anno solare con la chiusura dell’attuale stagione e l’emissione dei verdetti. Questa è una soluzione suggestiva, sia perchè ci sarebbe più tempo per la tutela della salute (a ottobre si presume che il rischio sarà più basso), sia perchè, con lo spostamento della nuova stagione a fine anno, ci si allineerebbe con la successiva annata agonistica che si chiuderà coi Mondiali del Qatar. Dal punto di vista finanziario e per quanto riguarda i contratti dei calciatori, però, ci sono delle incognite da risolvere”.

Il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, ha dichiarato che il responso del Comitato tecnico-scientifico sul protocollo della Figc riguardo gli allenamenti, arriverà entro questa settimana.