LECCE – Lapadula e Mancosu tengono vive le speranze: le pagelle del successo di Udine

Una prestazione di cuore e carattere vale un successo che tiene in vita le speranze giallorosse. Barak, assist al bacio per Lapadula che non sbaglia

lapadula-gianluca-anza-lezzi-maggio-20

Foto: G. Lapadula (©Anza/Lezzi)

LE PAGELLE DI UDINESE-LECCE

Gabriel voto 6,5: gara tutto sommato di ordinaria amministrazione per il portiere brasiliano che timbra il cartellino con un super intervento su De Paul nella prima frazione.

Calderoni voto 5,5: non una gara impeccabile quella del laterale mancino giallorosso, che, al rientro dall’infortunio, non denota una condizione ottimale. Non benissimo in occasione del vantaggio di Samir, impacciato quando c’è da spingere. Poi si ferma di nuovo.

dal 53’ Dell’Orco voto 6: entra al posto di Calderoni dopo la non brillante prestazione di Bologna, ci mette corsa e tanta volontà, rendendosi utile nel forcing finale, nonostante qualche piccola imprecisione.

Lucioni voto 6: come spesso avvenuto in stagione, soffre la fisicità degli avversari, rimediando spesso con l’esperienza. Sfiora il gol del vantaggio, dimostrando, ancora una volta, buona attitudine quando c’è da dedicarsi alle sortite offensive.

Paz voto 6: prestante fisicamente, regge e vince molti duelli con un armadio come Okaka, ma la sua irruenza costa un giallo troppo pesante e ingenuo, già dopo 20 minuti. E non è la prima volta che accade, tanto che Liverani deve sostituirlo, per cautela, in avvio di gara.

dal 53’ Meccariello Voto 6,5: solito impatto positivo e senza sbavature. Col Parma toccherà a lui.

Donati voto 6,5: un retropassaggio suicida, intercettato da Lasagna, poteva costare carissimo, ma, per quanto visto in stagione, non sarebbe stato nemmeno giusto. Per il resto confeziona la solita prestazione tutta sostanza e rendimento, con tante percussioni offensive e ottime giocate in fase difensiva.

Petriccione voto 6: la fisicità della mediana friulana lo costringe ad usare più la spada che il fioretto, ma quando riesce a ricevere e smistare e far correre il pallone è sempre pulito e ordinato.

dall’83’ Tachtsidis sv: entra per lottare negli ultimi minuti e dà il suo contributo.

Mancosu voto 6,5: il cuore del capitano incide ancora una volta. Sessanta minuti nei quali dimostra grande personalità e voglia di riscatto, prendendosi la responsabilità di un penalty pesantissimo dopo i due errori consecutivi. Si ferma per una botta al costato che potrebbe fargli saltare il Parma.

dal 58’ Majer voto 6: caratteristiche diverse rispetto a Mancosu ma anche lui risulta prezioso nel forcing e ordinato in alcune ripartenze e nel gestire i palloni finali.

Barak voto 6,5: sonnecchia per tutta la prima frazione, pecca d’imprecisione e perde Samir in occasione del vantaggio bianconero. Cresce con il passare dei minuti, entrando in maniera decisiva nell’azione che porta al gol, fornendo un assist al bacio per Lapadula.

Falco voto 6,5: non è il Falco di Bologna, ma è comunque un Falco positivo. Quando si attiva risulta un pericolo costante per la retroguardia avversaria, con giocate mai fini a se stesse, non a caso il binario destro risulta il più prolifico. Da una sua azione arriva il penalty della speranza.

Shakhov voto 6: non è un fulmine di guerra e questo ormai è cosa nota, ma comunque dà vita ad una buona gara, con giocate pulite e di qualità.

dall’83’ Saponara sv: utile nei minuti finali con la sua esperienza.

Lapadula voto 7: non è al meglio e si vede, ma da grande lottatore prova comunque a caricarsi addosso il peso della squadra. Fa sempre a sportellate gettando il cuore oltre l’ostacolo, trovando con fame, voglia e cattiveria, il gol che ad oggi vale una stagione.

all. Liverani voto 6,5: pronti via e i suoi si trovano nuovamente costretti a rincorrere. Il tecnico romano è il solito leone in gabbia che prova a telecomandare i giallorossi, trovando questa volta le contromosse che valgono tre punti pesantissimi. E adesso c’è l’ultima, anche se vincere non basterà.


UDINESE
(3-5-2): Musso 6; Becao 5, Ekong 5.5, Samir 7; Ter Avest 5.5, De Paul 6.5, Fofana 6 (dal 70’ Zeegelaar 6), Walace 5,5 Sema 5,5; Okaka 5 (54’ Lasagna 5), Nestorovski 5.5. All. Gotti 6.

Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati