Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

VIRTUS MATINO – Bruno: “Alla fine vincerà chi sbaglierà di meno. Ad Ostuni servirà una prestazione perfetta”

Nel match di domenica scorsa contro la De Cagna, la Virtus Matino è riuscita a centrare un importante successo, che, oltre a mantenere il team biancazzurro ad una sola lunghezza di distanza dall’Altetico Racale capolista, consente a Raponi e compagni di allungare su Manduria e Ostuni, entrambe bloccate sul pareggio da Brilla Campi e Sava. “Domenica abbiamo disputato un’ottima partitaracconta in esclusiva il direttore sportivo della Virtus, Antonio Bruno -, perchè, soprattutto nella ripresa, siamo riusciti a creare diverse palle gol, trovando la via della rete in due circostanze e sprecando altre buone occasioni. Nella prima frazione, complice anche un forte vento ma anche per via dell’organizzazione tattica della De Cagna, abbiamo un po’ sofferto, ma, nel complesso, è stata una prova positiva. Siamo soddisfatti di come sia partito il girone di ritornoprosegue Bruno -, in cinque match abbiamo conquistato tredici punti, pareggiando solo contro il Taurisano. Il campionato si sta comunque confermando, come da premesse, ostico e di buon livello e credo che 5-6 squadre di questa caratura non si vedevano da un po’ di tempo; spesso sento parlare del girone A, come un girone più difficile e livellato, ma secondo la mia opinione, soprattutto quest’anno, nel girone B il valore delle formazioni è ben suddiviso, a differenza dell’altro girone, dove il valore è racchiuso in poche formazioni importanti come Sly United, Manfredonia, Vigor Bitritto e poco più”.

Dopo una prima fase di assestamento la Virtus Matino è riuscita a trovare il giusto equilibrio e grazie anche ad un mercato di riparazione attento ed oculato, i biancazzurri sono riusciti a mettere a segno nove risultati utili consecutivi, con quattro successi nelle ultime quattro uscite: “Credo che con il passare del tempo – prosegue il diesse -, il complesso della Virtus sia maturato tantissimo sotto tutti gli aspetti, dalla squadra alla società. Nell’analizzare i risultati, soprattutto quelli iniziali, va tenuto conto che questa squadra in estate ha subito una profonda rivoluzione, basti pensare che rispetto alla scorsa stagione son rimasti in rosa solo Tundo e Manisi. Con il passare delle giornate il collettivo si è amalgamato al meglio, trovando il giusto assetto, e raggiungendo inoltre una certa maturità, anche sulla scorta di alcuni errori commessi nelle prima parte, che purtroppo hanno condizionato l’andamento di determinate partite. Fino ad oggi abbiamo avuto comunque un cammino positivo, portandoci a sei lunghezze dalla terza in classifica e ad un solo punto dal Racale che probabilmente fino a questo momento sarà stato anche più bravo di noi. Ora però  – racconta l’ex Avetrana – non si può assolutamente abbassare la guardia, anche se son convinto che con i ragazzi e lo staff tecnico non ci sia questo rischio; occorre inoltre vivere ogni domenica come se fosse una partita decisiva, poi a fine campionato si tireranno le somme, ma son convinto che la spunterà chi saprà sbagliare di meno”.

Domenica la Virtus Matino sarà ospite dell’Ostuni, squadra che nel corso del campionato ha saputo dimostrare tutto il suo vero valore, ma che nelle ultime giornate sembra aver accusato un leggero calo, complice anche una lunga rincorsa in classifica: “Giocare ad Ostuni non è mai sempliceanalizza Bruno -, sia perchè si va ad affrontare una squadra dall’importante storia calcistica, ma soprattutto perchè, in questa stagione, quella gialloblù almeno personalmente, è una delle formazioni che mi ha maggiormente impressionato. Una squadra quadrata, con grande brillantezza e rapidità in attacco e che, nel mercato di riparazione, ha inserito importanti elementi anche nel pacchetto arretrato, come ad esempio Iaia e Amoruso, dando ancora maggior equilibrio ad una rosa già ben strutturata. Noi dal canto nostro proveremo a giocarcela a viso aperto, anche perchè i numeri dicono che fuori casa siamo la squadra che ha totalizzato il maggior numero di punti, ma, al di là di tutto ciò, servirà anche tanta umiltà e rispetto dell’avversario. Per ottenere un risultato positivo, occorrerà fare una prestazione importante, senza sbagliare nulla sotto tutti i punti di vista, ma son sicuro che come sempre avvenuto fin qui il mister assieme al suo staff – conclude -, staranno preparando il match in maniera puntigliosa, senza lasciare nulla al caso”.