DILETTANTI – Tartaglia appende gli scarpini ed è pronto ad allenare: “Con un progetto stimolante”

Per l'ex centrocampista, tra le altre, di Maglie e Aradeo inizia una nuova era: "Non conta la categoria, ma la serietà del progetto"

tartaglia

Foto: G. Tartaglia

Dopo una onorata carriera con tantissimi anni vissuti da protagonista nel calcio dilettantistico, Graziano Tartaglia appende definitivamente gli scarpini al chiodo. Nel curriculum dell’ex centrocampista tante annate in Serie D – fra cui quelle con Francavilla, Ostuni, Brindisi, Avezzano e Termoli – in Eccellenza col Nardò ha vinto nel 2009/10, con la fascia di capitano al braccio, campionato e Coppa Italia; poi tanta Promozione in giro per il Salento. “Ora mi sento pronto ad iniziare una nuova avventura – afferma Tartaglia in esclusiva per SalentoSport – dopo tanti anni di calcio giocato, non vedo l’ora di avere l’opportunità in panchina. La categoria non è un problema, ciò che conta è un progetto serio e stimolante”.

In Serie D c’è proprio il Nardò, squadra che rievoca dolci ricordi all’ex centrocampista: “Il Toro si presenta ai nastri di partenza del girone H 2018/19 con una rosa collaudata, sebbene rispetto allo scorso anno ci siano stati dei nuovi arrivi e alcune partenze. Mister Taurino è una garanzia e la società sta facendo le cose per bene, secondo me ci sono tutte le credenziali per migliorare il piazzamento della scorsa annata”.

“In Eccellenza, tra le favorite per la vittoria del campionato, vedo Casarano e Corato, squadre attrezzate; il girone di Promozione è invece, come di consueto, estremamente livellato. Una tra Novoli, Deghi Lecce, Atletico Racale e Ostuni, a mio avviso – conclude Tartaglia – potrebbe spuntarla per la vittoria finale”.

Lorenzo FALANGONE
Nato 27 anni fa a Nardò. Dottore in Comunicazione e Giornalista pubblicista. Caporedattore di SalentoSport e reporter per PiazzaSalento. Premio "M. Campione" 2015 come miglior articolo sportivo di Puglia. Autore del libro "Per dirti ciao".

Articoli Correlati