ATLETICO RACALE-SAVA – Post-partita, la voce dei protagonisti: Sportillo, Cimino, Inguscio e Marangio

Sportillo: "Con questo successo siamo riusciti quindi ad aprirci una bella porta verso l'Eccellenza". Cimino: "Raggiunto un traguardo storico, motivo di grande orgoglio"

racale-sava-coppa-italia-promozione-270220

Foto: le squadre schierate prima del via

C’è grande soddisfazione in casa Atletico Racale al termine del netto successo sul Sava. Una vittoria che consente al team del presidente Francesco Cimino di staccare il pass per la finale di Coppa Italia Promozione, traguardo storico che, al netto dell’attuale situazione in campionato della United Sly (prima nel girone A), consentirebbe ai biancazzurri di conquistare una posizione di assoluto vantaggio nell’eventuale griglia di ripescaggio per il prossimo campionato d’Eccellenza. Queste le voci dei protagonisti al termine del match.

CIMINO (pres. Racale): “Martedì, al rientro dalla sconfitta di Veglie col Brilla Campi, abbiamo avuto un confronto con la squadra, non per ciò che riguarda l’aspetto tecnico, ma semplicemente per ciò che concerne l’approccio, che probabilmente domenica non è stato dei migliori. Oggi con una prestazione esemplare siamo riusciti ad archiviare quanto successo domenica, contro un’ottima squadra e ben allenata come il Sava e questo rende ancora più importante questo successo; personalmente mi sento di ringrazibare, a nome mio e di tutti i dirigenti, il mister e tutti i ragazzi, per aver centrato questo traguardo storico per la città di Racale, che, fino ad oggi, non era mai riuscita ad approdare in finale di Coppa Italia Promozione e questo non può che essere un motivo di grande orgoglio. In finale affronteremo una squadra di altissimo livello, in un doppio confronto tutto da vivere, consapevoli comunque di aver già centrato un importante obbiettivo. Da domani torneremo a pensare al campionato e alla sfida contro il Novoli, società blasonata e avversario di tutto rispetto che dopo un avvio difficile ora vive un momento di forma positivo, quindi servirà un’altra grande prestazione, in quella che sarà  la prima delle ultime cinque finali  che spero ci porteranno a dare un’altra soddisfazione, allo sforzo fatto in questa stagione, sia dalla società che dallo staff tecnico e da tutti i ragazzi“.

SPORTILLO (all. Racale): “La gara di oggi per noi era importantissima, perchè l’obbiettivo di inizio stagione era quello di far bene in entrambe le competizioni e al termine di questa vittoria siamo riusciti a mette un importante tassello, perchè fare una finale di Coppa Italia è sempre un traguardo prestigioso. Considerando che l’altra è la United Sly, che ad oggi comanda il girone A, possiamo dire di esserci messi anche in buona posizione in caso di eventuale ripescaggio; stando a quelle che sono le regole, se loro dovessero vincere il campionato e facendo tutti gli scongiuri nel caso noi non dovessimo riuscirci, anche perdendo la finale, saremmo comunque al terzo posto in griglia. Con questo successo siamo riusciti quindi ad aprirci una bella porta verso l’Eccellenza. Ora la testa deve essere proiettata al campionato, dove siamo reduci da una brutta sconfitta. Come ho già detto altre volte, questo campionato lo vincerà chi sbaglierà di meno e domenica noi abbiamo pagato a caro prezzo il nostro passo falso; cercheremo con tutte le nostre forze di portare a termine questo cammino, considerando che stiamo dedicando tante energie su entrambe le competizioni. Domenica affronteremo una squadra ostica come il Novoli, reduce da un momento certamente positivo e che vanta in rosa calciatori importanti, ma ormai siamo lì e cercheremo di ballare fino alla fine”.

INGUSCIO (ds Racale): “Dopo sconfitta di domenica era importante dare una scossa, specialmente contro una squadra molto forte come il Sava. Ci tenevamo molto a portare questa città per la prima volta in finale di Coppa e ci tenevamo anche perchè questo era uno dei nostri obbiettivi ad inizio stagione. Ora ci giocheremo questa finale, contro una squadra molto forte, costruita per vincere, con nomi importanti e allenata da un tecnico di assoluto spessore come Claudio De Luca. Ovviamente il doppio confronto sposta un po’ gli equilibri verso le squadre più attrezzate, ma forse visto il nostro cammino stagionale è meglio affrontare una squadra che se la gioca a viso aperto, piuttosto che una squadra che preferisce mettersi sulla difensiva. Certamente ce la giocheremo e non partiremo battuti, considerando anche che la Sly dovesse vincere il campionato, dal punto di vista del ripescaggio non cambierà nullaDomenica ci proietteremo nuovamente sul campionato, consapevoli che con il passo falso di domenica scorsa abbiamo praticamente azzerato il nostro vantaggio sul Matino, considerando che all’ultima giornata affronteremo un turno di riposo. Prima dello scontro diretto abbiamo queste due partite molto complesse, già a partire dal Novoli, che sicuramente darà il massimo alla ricerca di un risultato prestigioso”.

Giuseppe GAROFALO (dirigente Racale): “Abbiamo disputato un bel primo tempo, riuscendo a chiudere la partita nei primissimi minuti. Ora pensiamo alla prossima partita col Novoli, gara difficile ma che dobbiamo vincere”. 

MARANGIO (all. Sava): “La gara era stata preparata bene ed era anche iniziata bene,  purtroppo però certi errori contro una squadra come il Racale si pagano e quel doppio svantaggio in pochi minuti per noi è stato molto pesante, considerando anche il rigore sbagliato ed una buona occasione sprecata da Mignogna ad inizio ripresa. Complimenti ed onore al Racale che nonostante diverse importanti assenze ha dimostrato per intero il suo valore. Ora dobbiamo immergerci nuovamente sul campionato, dove resta tutto molto aperto, almeno dalle posizioni dalla terza in giù. Considerando il passo spedito di Racale e Matino, è difficile che la quinta classificata disputerà i playoff, quindi ora occorrerà resettarci e pensare al derby di domenica contro il Manduria e subito dopo alla sfida contro il Matino“.

Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati