VIRTUS MATINO – È l’Eccellenza-day, Costantino: “Soddisfatta ed emozionata, traguardo più che meritato”

"Questo riconoscimento è arrivato con qualche mese di ritardo e in maniera abbastanza anomala. I due gironi sono una soluzione popsitiva al contenimento di costi, anche se, dal punto di vista del fascino, qualcosa si perde"

brana-costantino-matino-ago-20

Foto: mister Branà con la presidentessa Costantino

La notizia era ormai nell’aria, ma ieri, con l’ufficializzazione del nuovo format, è arrivata la certezza. La Virtus Matino disputerà il prossimo campionato d’Eccellenza.

Gli sforzi, la passione e l’entusiasmo della presidentessa Cristina Costantino sono stati premiati, ed oggi, per lei, non può che essere un giorno di grande gioia ma anche d’emozione. Ecco le sue parole in esclusiva per SalentoSport.

PRIME SENSAZIONI“Ad essere sincera sono ancora molto emozionata, e non nascondo che qualche lacrima è pure scesa. Quando una persona ci mette cuore e anima in qualcosa, passando intere notti lavorando  alla bontà di un progetto, è pure lecito aspettarsi un riconoscimento. Questo riconoscimento è arrivato con qualche mese di ritardo ed in maniera abbastanza anomala, perché purtroppo è stata tutta la stagione ad essere abbastanza anomala. Dispiace non aver potuto tagliare questo traguardo sul campo, ma, per quanto visto, credo che questo traguardo sia più che meritatoFinalmente possiamo dire di essere in Eccellenza e di aver centrato un altro obbiettivo. Ora non vedo l’ora di ritornare sul campo con tutti i miei ragazzi”.

NUOVO FORMAT“Se penso a quanto successo in questi ultimi mesi, e a tutte le difficoltà che tutte le società possano avere a reperire sponsor e fondi per costruire le squadre, credo che i due gironi siano una soluzione positiva, proprio in ottica di contenimento dei costiQuesto purtroppo sarà ricordato come l’anno post Covid, e quindi credo che questa sia una strada che possa aiutare parecchie società, perché, ripeto, ciò che è successo non va mai messo da parte. È chiaro che dal punto di vista del fascino qualcosa la si perde, perché se penso ai miei primi anni sui campi da calcio, con mio padre presidente, quello d’Eccellenza era un campionato di livello assai elevato, mentre questa nuova formula può magari cambiare le prospettive. Dal canto mio penso sempre positivo e quindi guardo questa nuova formula come una possibilità per provare a fare un campionato diverso”.

NUOVA STAGIONE“Sarà una stagione certamente complicata, sia dal punto di vista economico che da quello organizzativo. Dovremmo affrontare questioni legate ai protocolli, quelle degli ingressi negli stadi e tante altre problematiche, che dovranno essere affrontate con la solita passione ed entusiasmo. Dal punto di vista sportivo, dico che l’Eccellenza non è la Promozione, ma dico anche che non vince chi spenderà di più, quindi mi auguro che la mia squadra sarà quella che proverà a dare fastidio a tutte le più blasonate rivali, una squadra difficile da battere, che giochi sempre un calcio frizzante e propositivo, poi per il resto sarà sempre il campo a parlare”.

Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati