Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

VIRTUS MATINO – Branà è ottimista: “Finiremo il campionato”. E su Maradona: “Ormai è un aggettivo superlativo”

Mister Giuseppe Branà, allenatore della Virtus Matino, appare ottimista sulle sorti della stagione sportiva 2020/21: «Non credo che questo virus possa durare per sempre – afferma il tecnico biancazzurro, è impensabile continuare la nostra vita in questo modo. Quando ci sarà il vaccino non avremo più problemi e credo che, se si ritornerà in campo a fine febbraio o agli inizi di marzo, la stagione si porterà a termine. A me andrebbe benissimo e me lo auguro».

Nel caso peggiore, ossia che non si possa più ricominciare a giocare, si rincorrono le ipotesi per la formulazione dei verdetti: «Spero che non si ricorra alla cristallizzazione della classifica – aggiunge Branàperché abbiamo giocato solo quattro partite e non sarebbe giusto. Azzerare tutto e ripartire sarebbe la soluzione più corretta, così come non è giusto che in Serie D riescano a giocare, andando anche fuori regione, e noi, invece, siamo fermi da un mese. Il Governo sta facendo la sua parte – continua l’allenatore di Grumo Appulae da quel punto di vista sta abbastanza vicino a noi del settore».

Non poteva mancare, per un uomo di calcio come Branà, un pensiero sulla scomparsa di Diego Armando Maradona: «Rimarrà il più forte di tutti i tempi – è la sua opinioneperché, a differenza di Messi e Ronaldo, aveva un carisma così forte che riusciva a tirar fuori il meglio dai suoi compagni, come dimostrano le vittorie con l’Argentina e col Napoli. Non è riuscito, però, a reggere la fama, come capita a diversi calciatori che vengono dalla povertà, cadendo nelle sue debolezze. Ma ormai Maradona è un aggettivo superlativo. La sua morte – conclude Branàlo ha trasformato in mito, in leggenda».