Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

MAGLIE – Bavone: “Situazione anomala per tutti. Dubbi sulla tenuta fisica e sulle date di inizio e fine torneo”

Dopo aver dimostrato alcuni dubbi in merito alla ripartenza, la Toma Maglie dopo un confronto con il presidente Vito Tisci, ha deciso di accettare il nuovo protocollo. Una situazione non certamente semplice per gli uomini di Luperto, che, come dichiarato dal ds Bavone, non avendo ambizioni di successo, proveranno comunque a gettare le basi per la prossima annata, nella speranza, che si torni alla normalità, anche dal punto di vista dilettantistico.

PRIMI DUBBI – “Noi come società Maglie – racconta Loris Bavone –  siamo pronti a riprendere, dopo essere stati l’unica delle 27 società a chiedere delle delucidazioni sia sulla sull’andamento del campionato che sul format che si andava a ad applicare per questa ripresa; in effetti, dopo aver avuto un confronto con il presidente regionale Vito Tisci, sempre molto attento e accorto alle problematiche del nostro massimo campionato regionale, e dopo aver avuto delle confortevoli risposte, insieme alla società abbiamo deciso di ripartire. Personalmente nei primi giorni non è stato semplice trovare stimoli, ma dopo aver incontrato la squadra, lo staff tecnico e aver visto i ragazzi allenarsi, la voglia è ritornata”.

NUOVO FORMAT“Sinceramente, non posso definirmi pienamente soddisfatto del nuovo format, ma arrivato ormai al mese di aprile credo che i massimi vertici della lega non potevano davvero fare di meglio; non avrei mai e poi mai stoppato i campionati minori. Il format sinceramente, è un po’ particolare in quanto disputare un campionato dove nessuno retrocede è abbastanza anomalo e strano per noi addetti ai lavori; è come entrare in campo dove perdere o vincere ha lo stesso valore. La questione playoff può magari dare maggior senso e mordente, anche perché credo non c’era più il tempo materiale per riuscire a svolgere il girone d’andata che il girone di ritorno. Io credo che nessuna delle squadre entrerà in campo per perdere, quindi molte lotteranno fino alla fine per un piazzamento di prestigio. Al di là della questione retrocessioni, ciò che mi preoccupa, è anche l’aspetto fisico, fattore da non sottovalutare”.

DATE“Spero che le date sia della ripresa che della fine del campionato siano rispettate, anche se nutro alcuni dubbi in merito, anche alla luce di ciò che sta succedendo in Serie D. Le problematiche legate al Covid ed ai positivi, potrebbero portare uno slittamento delle date, sia di inizio che di fine stagione”.

OBBIETTIVI“I nostri obbiettivi, sono sempre quelli di inizio stagione. La società mi ha sempre chiesto di allestire una rosa in grado di disputare un campionato tranquillo, mantenendo sempre determinati parametri finanziari, mantenendoci quindi ben distanti da spese folli. Adesso che col nuovo format non ci saranno più retrocessioni, sicuramente la Toma Maglie non si presenterà ai nastri di partenza giusto per fare la presenza perché c’è sempre da difendere la gloriosa società, che forse è una delle più vecchie dei due gironi di Eccellenza; quindi non entreremo in campo per fare presenza o per essere la Cenerentola del girone, ma sicuramente non potremmo ambire ai piani alti della classifica, considerando anche i valori di squadre, come Martina, Ugento, Otranto, Grottaglie, Matino, che ci fanno pensare a dove potremmo realmente collocarci”.

(foto: il ds Bavone)