Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

ECCELLENZA/B – Playoff, playout, retrocessioni dirette: il punto a 90 minuti dalla fine

A 90 minuti dalla fine, questa è la situazione nel campionato di Eccellenza girone B.

PLAYOFF DI GIRONE – Sono ancora potenzialmente in corsa Ugento (54), Manduria (45) e Atl. Racale (42); matematicamente fuori il Massafra (39), che, anche arrivando a 42, per il terzo posto sarebbe in svantaggio nella differenza reti degli scontri diretti col Racale. Il regolamento prevede gli accoppiamenti 1ª-4ª e 2ª-3ª, gara unica sul campo della miglior classificata con eventuali supplementari; in caso di parità, va avanti la miglior classificata. Vige sia la “tagliola” dei sette punti nei suddetti accoppiamenti, sia quella degli otto punti tra prima e seconda. Se, dunque, tra prima e seconda, ci saranno almeno otto punti, la prima andrà direttamente in finale con la vincente del girone A.

L’Ugento ha nove punti di vantaggio sul Manduria. Domenica il calendario prevede Ugento-Novoli e Otranto-Manduria. Per saltare i playoff di girone, l’Ugento deve conservare il vantaggio e battere il Novoli, impegnato nella lotta playout di cui diremo più avanti; se l’Ugento pareggiasse o perdesse e con una vittoria del Manduria contro il già retrocesso Otranto, si giocherebbero i playoff di girone, con l’Ugento in finale ad attendere la vincente della semifinale tra Manduria e Racale. Quindi anche per la squadra di Calabuig, che è almeno terza, l’unica speranza di restare in gioco, è sperare in una non vittoria dell’Ugento e in una vittoria del Manduria.

RETROCESSIONE E PLAYOUT – Dopo la radiazione dell’Ostuni, le retrocessioni dirette in Promozione sono diventate due. Matematicamente ultimo e retrocesso il San Pietro Vernotico (9); stesso esito per il Mesagne (17), per il Maglie (18) e per l’Otranto (21). Il Ginosa, matematicamente almeno sesto, è salvo. Oltre alle due retrocessioni dirette, il regolamento di quest’anno ne prevede altre tre attraverso i playout con gli accoppiamenti 6ª-11ª7ª-10ª e 8ª-9ª e con la regola dei sette punti: se in tali accoppiamenti, la miglior classificata ha almeno sette punti in più della peggior classificata, il match non si gioca e retrocede direttamente la peggiore delle due.

Allo stato attuale, quindi, sarebbero coinvolte nella corsa playout, Brilla Campi (33), Matino (33) e Novoli (31). Il calendario dell’ultima: Matino-Brilla Campi e, come detto, Ugento-Novoli. Ad oggi, il Brilla Campi è in vantaggio sul Matino per aver vinto lo scontro diretto dell’andata per 2-0. Quindi: chi arriva settimo, si salva; ottavo e nono giocheranno l’unico playout. Se il Brilla batte il Matino, si salva; idem viceversa; in caso di pareggio, bisognerà guardare al risultato del Novoli. Se Brilla, Novoli e Matino arrivassero tutte a 34 punti, si andrebbe alla classifica avulsa con questi risultati: Brilla Campi-Matino 2-0, Matino-Brilla Campi (pareggio), Novoli-Matino 1-0, Matino-Novoli 1-1, Brilla Campi-Novoli 2-1, Novoli-Brilla Campi 5-2. A parità di punti nella classifica, calcolando tutti gli incontri tra le tre, si guarderà alla differenza reti della classifica avulsa: (il Novoli sarebbe settimo e salvo), playout Brilla-Matino.

GIORNATA 26 – 13ª rit. – ULTIMA 
(14.04.2024 h 16)

S. Pietro Vernotico-Toma Maglie
Mesagne-Atl. Racale
V. Matino-Brilla Campi
S. Massafra-Ginosa
Otranto-Manduria
Ugento-Novoli

Riposa Arboris belli