DEGHI – Paglialunga: “Per uscire da questo momento di grande difficoltà occorrono le palle”

Il numero uno della Deghi guarda inoltre alla sfida di domenica contro il Barletta: "Ora non occorre più guardare indietro, ma serve fare quadrato, proiettandosi alla sfida di domenica contro il Barletta, che per noi sarà fondamentale"

paglialunga-alberto-deghi

Foto: A. Paglialunga

Nel match di domenica scorsa contro il San Severo, la Deghi Calcio ha rimediato una pesante sconfitta contro l’ultima della classe, che ha condannato la formazione del patron Paglialunga al terzultimo posto, almeno per il momento. Una classifica difficile e probabilmente anche inaspettata dopo alcuni importanti movimenti messi a segno dalla società durante il mercato di riparazione.  “Purtroppo credo che nel calcio la classifica dica sempre la verità – racconta il patron orange Alberto Paglialunga -, quindi se oggi siamo al terzultimo posto significa che è quella la posizione che attualmente ci compete. Lo scorso anno, in questo momento della stagione eravamo in testa e ritenevamo giusta la classifica, quindi è corretto mantenere la stessa linea anche oggi. Per uscire da questo momento di grande difficoltà serve innanzitutto volerlo, poi servono carattere, voglia di lottare e soprattutto occorrono le palle.

Un momento difficile figlio anche di una serie di risultati negativi maturati in pieno recupero che probabilmente hanno inciso sul morale di Libertini e compagni: “Personalmente – afferma Paglialunga -, credo che i gol subiti nel finale abbiamo inciso zero, poiché nel calcio le partite durano novanta minuti più recupero e quindi tutto ciò non può essere una giustificazione, anzi dovrebbe essere uno stimolo a dare di più; se poi tutto ciò ha inciso in maniera negativa sul morale di qualche calciatore e conseguentemente sui successivi risultati, è giusto che lo si faccia presente e che magari la domenica anziché scendere in campo, si vada a mangiare un gelato con la compagna, personalmente conosco qualche ottima gelateria. Se devo pensare al morale – spiega il numero uno della Deghi, penso a tutti i dirigenti che spinti solo da una grande passione ci mettono impegno, facendo grandi sacrifici, staccandosi anche dagli affetti, subendo poi grandi delusioni come quella di San Severo. Ora non occorre più guardare indietro, ma serve fare quadrato, proiettandosi alla sfida di domenica contro il Barletta, che per noi sarà fondamentale– conclude –, come del resto tutte le partite da qui a fine stagione”.

Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati