CASARANO – Blitz ad Altamura, i rossazzurri ipotecano la finale di Coppa Italia Eccellenza

Decide la semifinale d'andata un calcio di rigore trasformato da Vicedomini al 15' della ripresa e assegnato per fallo su Agodirin. Il 19 dicembre il ritorno al "Capozza"

vicedomini

Foto: Carlo Vicedomini, match-winner (a sinistra)

Va al Casarano di mister Pasquale De Candia il primo atto della seconda semifinale di Coppa Italia Eccellenza; rossazzurri che grazie ad un penalty trasformato da Carlo Vicedomini al quarto d’ora della ripresa battono a domicilio la Fortis Altamura ipotecando la finale, dove ad attendere ci sarà il Corato del rientrante Castelletti.

La partenza è tutta appannaggio dei padroni di casa. Al minuto 7 Patruno crossa dalla destra, Grasso legge male la traiettoria, la sfera arriva tra i piedi dell’ultimo arrivato Sisalli che ci prova con un piatto volante che termina però la sua corsa sul fondo. Al 14’ le serpi tremano: Splendida punizione dalla distanza di Dentamaro che si stampa sulla traversa a Grasso battuto. Il doppio spavento sveglia gli ospiti che tra il 17’ e il 20’ si fanno pericolosi con Cianci prima e con una bella discesa di Palma poi, sventare da Dispoto e compagni senza non pochi patemi. A dieci minuti dalla fine del primo tempo è Caputo ad andare ad un passo dal vantaggio, ma l’attaccante brindisino dopo bel dai e vai con Cianci manda al lato da posizione favorevolissima. Il Casarano mette il piede sull’acceleratore provando a chiudere la prima frazione in vantaggio. Al 41’Esposito pennella per Palma che dall’interno dell’area piccola dimenticato dalla difesa di casa, spreca di testa, consegnando la sfera a Giannuzzi; sul finale di tempo un ispirato Caputo entra in area dal binario mancino, salta il giovane Gonzalez Andrada ma al momento della conclusione strozza troppo il destro.

La ripresa riparte con le serpi proiettate in avanti, che non riescono però a creare grossi pericoli all’attenta retroguardia di casa, il tutto però fino al minuto 15 quando l’ex Nardó Agodirin viene atterrato in area dal giovane Lampugnani, per un penalty che appare abbastanza netto. Dal dischetto Vicedomini spiazza Giannuzzi, firmando un gol pesantissimo in ottica ritorno. La Fortis prova a riorganizzare le idee, tentando di gettare il cuore oltre l’ostacolo alla ricerca del gol del pari, la retroguardia ospite però tiene bene, rispondendo colpo su colpo.
L’unica occasione degna di nota arriva al minuto 94 quando Patruno ci prova con una conclusione di prima intenzione dalla distanza che non spaventa però un attento Grasso. Dopo 5 minuti di recupero il signor Lacerenza di Barletta pone fine al primo atto di questa semifinale di Coppa Italia che ha visto Vicedomini e compagni mettere una seria ipoteca sulla finale, rimandando comunque il verdetto definitivo alla gara di ritorno.


IL TABELLINO

Altamura, stadio “T. D’Angelo”
mercoledì 5 dicembre 2018, ore 14.30
Coppa Italia Eccellenza 2018/19 – Andata semifinale

FORTIS ALTAMURA-CASARANO 0-1
RETI: 60′ rig. Vicedomini

FORTIS ALTAMURA: Giannuzzi, Gonzalez Andrada (50’ Carella), Lampugnani, Dispoto, Campanella, Lede, Dentamaro, Patruno, Sisalli (75’ Rizzo), Rana, Abrescia (71’ Logrieco). A disposizione: Ferrugine, Forte, Maselli, Cornacchia, Lanave. Allenatore: Tambolini.

CASARANO: Grasso, Diaoula, Diagne, Dall’Oglio, Vicedomini, D’Aiello, Palma, Agodirin (75’ Palmisano), Esposito, Cianci (85’ Toure), Presicce (68’ Rescio), Caputo. A disposizione: Noto, Bonasia, Cappilli, Di Rito, Carrano, Mincica. Allenatore: De Candia.

ARBITRO: Lacerenza di Barletta.

NOTE: ammoniti Cianci, Diaoula (C), Rana (FA); espulsi: nessuno. Recupero: 2′ pt e 5′ st.

Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati