Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

CRONACA – Nuovo Dpcm, Puglia inserita nelle regioni arancioni: ecco le restrizioni

Si è appena conclusa la conferenza stampa del presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, che ha illustrato le nuove misure per limitare il contagio da Covid previste dal Dpcm 3 novembre, in vigore dal 6 novembre (alla mezzanotte tra il 5 e il 6) al 3 dicembre prossimi.

La Puglia è stata inserita tra le regioni arancioni, insieme alla Sicilia, ossia zone con criticità medio-alta. Ciò significa, in sostanza, che sarà vietata la circolazione tra le ore 22 e le ore 5, salvo per motivi di salute, lavoro e necessità; che i bar e i ristoranti saranno chiusi al pubblico, sette giorni su sette, ma potranno lavorare con asporto sino alle 22 e con le consegne a domicilio, senza restrizioni. Nei festivi e prefestivi saranno chiusi i negozi nei centri commerciali, salvo farmacie, parafarmacie, tabacchi ed edicole. Ci sarà la didattica a distanza per le scuole secondarie di secondo grado; in presenza per le altre: infanzia, elementari, medie. Resteranno aperti saloni da barbiere e parrucchiere. Non ci si potrà spostare tra Comune e Comune, salvo che per motivi di necessità, lavoro o salute. Idem per lo spostamento tra Regioni. Restano chiusi cinema, teatri, palestre, piscine, centri sportivi, centri scommesse, sale bingo.

Nella fascia rossa, a criticità alta, sono state inserite Piemonte, Lombardia, Val d’Aosta e Calabria. In zona gialla tutte le altre regioni.

Infine, il presidente Conte ha annunciato che, a breve, sarà presentato il Ristori-Bis, un decreto legge per allargare la fascia dei beneficiari delle misure di sostegno. Nel link sottostante gli approfondimenti.

CRONACA – Firmato il nuovo Dpcm: le principali novità previste dal documento