Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

foto: Mattarella e De Giorgi
ph: Federvolley

VOLLEY – I Campioni del Mondo ricevuti al Quirinale. Il Presidente elogia la “tranquillità di De Giorgi”

L’exploit di domenica sera a Katowice (Polonia), dove l’Italia di volley si è laureata, per la quarta volta, campione del mondo, sconfiggendo i padroni di casa polacchi, è stato festeggiato, ieri mattina, al Quirinale, dove il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto Fefè De Giorgi, gli atleti e lo staff della nazionale. Le parole del Presidente.

Campioni del mondo, benvenuti al Quirinale. I miei complimenti più affettuosi, intensi e sentiti. È’ stata una serata indimenticabile. Lo scorso anno ho ricevuto molti di voi da campioni europei, in un’altra sala insieme alle ragazze. Ritrovarvi di nuovo qui, con quei pochi che si sono aggiunti in questo anno è una gran soddisfazione. Io cerco di seguire la Pallavolo quando posso e ho seguito i commenti e le critiche nei giorni di avvicinamento ai Mondiali: eravate descritti come una squadra molto giovane, tanto che io sono a disagio insieme a voi. Io il Mondiale del 1998 lo ricordo molto bene. Il Presidente della Repubblica ha speso, inoltre, bellissime parole per il ct Ferdinando De Giorgi: “Vincere tre Mondiali da giocatore è stata un’impresa, ma vincerne uno guidando da fuori campo la squadra è ancora più impegnativo. Ho molto ammirato il modo in cui si è rivolto alla squadra durante le partite. Ho visto ct di altre nazionali che esprimevano disappunto e gesti di rimprovero, con atteggiamenti imperiosi… la sua tranquillità ha contribuito a dare serenità alla squadra”.

“Ieri sera vi ho visto dalla prima battuta fino all’ultima messa in rete dai polacchi. Aver consegnato il primo set ai polacchi è stato un bel gesto di cortesia per lo sportivissimo popolo polacco. È un tratto tipico della pallavolo, questo: la correttezza, il rispetto reciproco. Un esempio per tutti gli altri sport, alcuni dei quali hanno questi tratti, altri ne hanno un po’ meno…”.

Sono intervenuti anche il presidente del Coni, Giovanni Malagò, e, a nome della squadra, presidente federale Giuseppe Manfredi, il Ct Ferdinando De Giorgi e il capitano Simone Giannelli. Tutti e tre si sono augurati di essere ricevuti nuovamente dal Presidente.

Dopo l’appuntamento al Quirinale, la nazionale campione del mondo ha fatto tappa a Palazzo Chigi per ricevere il saluto del Presidente del Consiglio in carica, Mario Draghi.