LECCE – Sticchi Damiani pensa al mercato: “Pronti a fare un ulteriore sforzo”. Liverani: “Ci servono due centrocampisti, ma…”

Conferme su Deiola: "In settimana potremmo chiudere", dice il presidente. Liverani: "Nessuno, comunque, arriverà come il salvatore della patria". Lucioni: "I fischi dei tifosi? Significa che non abbiamo fatto appieno il nostro dovere"

Foto: Fabio Liverani

Una sconfitta bruciante che non lascia grossi alibi ai calciatori del Lecce, quella di ieri sera contro l’Udinese. Queste le parole del presidente Saverio Sticchi Damiani, di mister Fabio Liverani e di capitan Fabio Lucioni, rilasciate nella mixed zone del Via del Mare.

STICCHI DAMIANI“Brutta sconfitta, perdere contro l’Udinese negli ultimi minuti di gara è una bella botta ma dobbiamo subito rialzarci. Io personalmente ho una grande voglia di farlo, lo stesso gruppo, gliel’ho visto negli occhi. Ognuno di noi deve fare il massimo, noi come proprietà siamo pronti ad un ulteriore sforzo di mercato per giocarci la possibilità di rimanere in massima serie, dato che la classifica ci offre questa opportunità. La sconfitta è derivata dal fatto che la squadra ci è arrivata corta, il mister lavora su un gruppo ristretto di effettivi e tutto le volte che arriva un calo, soprattutto a centrocampo, ci sono delle difficoltà oggettive nei ricambi e nostro compito è di fornirglieli. L’arbitraggio? Accade molto spesso che alcuni errori determinino il risultato. Sul gol annullato a Babacar è stato fischiato un contatto, ma era molto leggero. Sull’azione da cui poi l’Udinese ha trovato la rete del vantaggio, prima c’erano dei falli su La Mantia e Farias. Ciò non sono alibi, sono sicuro che in qualche partita filerà tutto liscio”. Mercato, conferme su Alessandro Deiola, centrocampista del Cagliari: “Ne abbiamo parlato con la società sarda, in settimana si potrebbe chiudere”.

LIVERANI“Abbiamo giocato alla pari con l’Udinese ma un episodio ha premiato loro. La squadra ha giocato e lottato, concedendo il giusto, creando delle buone occasioni per vincere ma ora mettiamo tutto da parte e andiamo avanti. Babacar? Per noi è una risorsa e dobbiamo metterlo nelle migliori condizioni, è un ragazzo molto sensibile, ha avuto delle difficoltà e non stava bene fisicamente e nel suo modo di giocare forse dava l’impressione che non ci tenesse ma ha voglia e la condizione fisica, per lui come per tutti, è fondamentale”. Sul mercato: “A centrocampo ci servono due calciatori che dovranno avere caratteristiche diverse rispetto a quelle dei calciatori che già abbiamo, certo nessuno arriverà come salvatore della patria“.

LUCIONI“Abbiamo fatto ciò che ci chiedeva il mister ma resta un grosso rammarico per il risultato. Il vento è stato determinante, nel secondo tempo non riuscivamo a conquistare campo col vento contro. Vorrei rivedere il fallo fischiato a Babacar sul gol annullato, sono sempre restio a parlare dell’arbitraggio ma anche su Farias c’era fallo, prima che segnasse l’Udinese. I fischi dei tifosi? Ci hanno sempre spinto e incoraggiato in tutta Italia, se ci meritiamo i fischi significa che non abbiamo fatto appieno il nostro dovere”.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati