Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – Gabriel è ancora provvidenziale, Babacar sfortunato. Per il resto tante insufficienze: le pagelle di Lecce-Udinese

LE PAGELLE DI LECCE-UDINESE

Gabriel voto 6,5: bene su Mandragora nella prima frazione, strepitoso su Lasagna nella ripresa, incolpevole in occasione del gol di De Paul. Nelle difficoltà generali da parte sua continuano ad arrivare conferme.

Dell’Orco voto 5,5:
appare sin dai primi minuti abbastanza contratto e anche nel momento di maggiore spinta non riesce a dare quel qualcosa in più. Prova a limitarsi all’ordinario, ma questa volta non basta.

Lucioni voto 5: piccola sbavatura in occasione del gol di Okaka, ma questa volta il Var lo grazia. Sbaglia un po’ troppo in uscita, facendosi saltare poi con facilità irrisoria da De Paul in occasione del definitivo 0-1, provando poi a rimediare senza però riuscirci.

Rossettini voto 5,5:
buona tenuta nel gioco aereo, ma un po’ di fatica nel duello fisico. Buca un intervento in maniera abbastanza goffa, dando il via ad una ripartenza che senza un grande Gabriel poteva costare cara.

Donati voto 6: 
in fase offensiva il suo contributo appare abbastanza limitato, in fase difensiva dimostra buona esperienza, nonostante dalle sue parti si aggiri un cliente scomodo come Sema. Con una tenuta fisica migliore potrebbe risolvere i problemi sul binario destro.

Tachtsidis voto 5: nell’analizzare le partite del metronomo greco si rischia di cadere nella monotonia. Tanti errori in fase di costruzione, troppi palloni regalati in uscita e un paio di lanci nel vuoto utili a fare respirare la squadra friulana. E una lentezza disarmante.

Petriccione voto 5,5:
ha il merito di provare a mettere ordine in una mediana che appare abbastanza confusa, ma anche il 4 giallorosso questa sera va a corrente alternata, soffrendo il ritmo e la fisicità della mediana bianconera.

Tabanelli voto 5: ci mette tanto impegno, ma anche con un De Paul al piccolo trotto, dimostra tutte le sue difficoltà nella categoria.

Dal 69’ Farias voto 5: da lui ci si aspetta sempre la fiammata giusta, ma questa volta l’esterno ex Empoli non si vede praticamente mai.

Mancosu voto 6: un paio di spunti importanti, una grande parata di Musso su una bella conclusione a giro e la sensazione che della linea mediana è l’unico da cui può nascere qualcosa di positivo, anche se nel finale finisce per eclissarsi. Non è ancora al meglio, e si vede.

Falco voto 5: serata con grandi difficoltà anche per il folletto in maglia numero 10. La bella giocata iniziale lascia ben sperare, ma per il resto della gara sembra rimbalzare sulla strutturata e ben messa in campo difesa avversaria, senza mai riuscire a trovare una fiammata positiva.

Babacar voto 6: a differenza di altre gare ci mette impegno e volontà. Lotta su ogni pallone, prova a fare sportellate con i centrali avversari per creare qualcosa di pericoloso. Sfortunato quando con una splendida conclusione da fuori spacca la traversa.

Dall’80’ La Mantia voto 5,5: entra in campo al posto di Babacar, consegnando, (seppur involontariamente) a De Paul la palla che porta al definitivo 0-1. Un rinvio di testa, comunque, molle e in zona pericolosa.

All. Liverani voto 5: il nuovo anno inizia nel peggiore dei modi con una pesante sconfitta interna contro una diretta concorrente. Nel primo tempo il Lecce ci prova, senza trovare grandi varchi, nella ripresa la squadra appare in netta difficoltà, il cambio di Farias per Tabanelli spacca in due la squadra che finisce per subire il gol della sconfitta. Guardando l’andamento della ripresa forse si poteva anche pensare di guadagnare un punto sulle inseguitrici. C’è l’impressione che non riesca a trasmettere alla squadra la grande grinta che dimostra in panchina.


UDINESE: Musso 6,5 De Maio 6,5 , Ekong 6, Nuytinck 6,5 – Stryger Larsen 6, Fofana 6,5, Mandragora 6,5, De Paul 7 (90+1′ Barak SV), Sema 6 (75′ Pussetto) – Okaka 6,5, Nestorovski 5 (65′ Lasagna 6). All. Luca Gotti 6,5