Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – Mercato, Corvino traccia la linea: “Niente interessi di una sola parte. Empoli? Mi piace vincere sempre, anche a tressette”

“Il Lecce non subirà mai la volontà altrui”. Attorno a questo concetto si è sviluppata la conferenza stampa del direttore tecnico Pantaleo Corvino che ha fatto il punto della situazione mercato in casa giallorossa a una decina di giorni dalla chiusura delle trattative.

FALCO E PETTINARI: LA SITUAZIONE“Abbiamo già detto a chiare lettere di non voler trattenere calciatori che non hanno piacere di rimanere o che vogliono misurare le proprie ambizioni altrove. È logico che prima certe situazioni si materializzano, prima sarà più facile accontentarli e ciò significa che avremo più tempo per pianificare le scelte evitando di farle in maniera frettolosa. Noi siamo fedeli a mantenere gli impegni coi nostri tesserati ma non saremo quelli che apriremo le gambe a tutti. Noi siamo ragionevoli ma non ci dovranno essere interessi unilaterali. Per mettere in condizione questi calciatori di poter andare via, abbiamo sottoscritto un gentleman agreement tra le parti, con la soddisfazione di tutti. Se si verificano le condizioni favorevoli, chi è interessato a rilevarli mette sul piatto l’offerta e via. Il valore deve essere sempre reale, a tutela non solo del calciatore, ma anche del Lecce. Non subiremo mai la volontà altrui e non ci saranno interessi unilaterali. Sugli infortuni (di Falco e Pettinari, da un mese indisponibili, ndr): ci rifacciamo a quanto ci porta a conoscenza la nostra area sanitaria e quanto denunciano allo staff medico i calciatori. Se un atleta non è disponibile per vari motivi, non c’è niente da fare, non bisogna pensare a cose diverse dalla realtà”.

VIRTUOSISMI“Questo mercato, per noi, è figlio delle idee e dei virtuosismi. Abbiamo ereditato un monte ingaggi dalla Serie A che è molto alterato per la cadetteria. Siamo ripartiti dall’avere pochissimi calciatori di proprietà e abbiamo fatto 14 acquisti per costruire una rosa all’altezza. Dobbiamo essere virtuosi e lo dovrà anche essere il mister in fase di emergenza. Bisogna tenere conto dei sacrifici che questa società ha fatto per ammortizzare il monte ingaggi gravoso ereditato dalla scorsa stagione. Siamo stati chiari: non abbiamo detto a nessuno di andare via, al momento sono in uscita solamente Dubickas e Lo Faso che stanno riflettendo su delle offerte ricevute e al momento non hanno accettato. Se no, oggi, saremmo al completo. Ripeto: siamo stati molto ragionevoli per creare le condizioni ideali per permettere a chi non vuole restare, di andare via, ma le condizioni devono essere ragionevoli anche per il Lecce. Non transigeremo su questo”.

EMPOLI“Se firmerei per un pareggio? Sono una squadra importante che ora gira a mille, ma a me piace vincere sempre, anche a tressette”.

(In foto: Pantaleo Corvino – Uslecce)