Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – Tuia traccia la strada: “Serviranno 70-72 punti e la coesione del gruppo”

Si torna a parlare in casa Lecce, dove stamattina il difensore centrale Alessandro Tuia è stato protagonista in conferenza stampa.

La sua stagione è stata costellata dai problemi fisici: “Purtroppo di momenti da infortunato ne ho avuti abbastanza, so come vivere questi frangenti anche se un calciatore s’aspetta di star sempre bene. Serve solo pensare a tornare. Ci prepariamo a queste ultime gare ritrovando un po’ di brillantezza e la nostra impronta. Gli infrasettimanali ci hanno tolto brillantezza e la sosta ci serve a ricaricare un po’ le batterie”.

La ricetta per far bene in un campionato del genere: “Ho vinto dei campionati però non ho mai visto un torneo come questo. C’è grandissimo equilibrio in alto e la posta è altissima. Ogni partita è dura, non importa chi affronti ma tutte le gare vanno affrontate con massimo rispetto. Serve unione tra giocatori. Quando ci si avvicina a un obiettivo non bisogna farselo scappare. A inizio campionato dicevo che saremmo potuti essere una sorpresa in quanto vedevo club più attrezzati di noi. A sette giornate dalla fine non ci possiamo nascondere, siamo lì”.

Sulla concorrenza difensiva: “Io credo che sempre ci debba essere una sfida. Quando il mister ha scelta si trova nelle migliori condizioni per fare la formazione. La competizione fa bene in una squadra sana. Ora non servono egoismi, serve accettare le scelte del mister. Chi gioca ha da dare qualcosa di più”.

L’asticella da raggiungere è fissata: Serviranno almeno 70-72 punti. Per il resto si è vista la squadra. Abbiamo messo il cuore sempre anche quando non eravamo brillanti. Cosa ci manca? Ritrovarci. Se ci ritroviamo affrontiamo le ultime gare alla grande. Così diventa più facile vincere. La Cremonese? Abbiamo avuto l’impatto con la prima partita e arriverà fino in fondo. Hanno mantenuto un livello alto”.

Il focus è sul Frosinone prossimo avversario: “E’ una partita difficile. Il Frosinone sa quello che fa in campo, ci sono giocatori ottimi, anche giovani. Gatti è stato acquistato già dalla Juventus, è sorprendente. Sono da attenzionare nel migliore dei modi e la sosta ci fa bene per prepararci al meglio”.

(foto: A. Tuia, ph Coribello/SalentoSport)