Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – Trinchera fermato e multa per petardi ✅, il Genoa ne perde due: il Giudice sportivo

L’espulsione rimediata a fine primo tempo di Lecce-Juventus costa una giornata di squalifica al direttore sportivo giallorosso Stefano Trinchera, secondo quanto deciso dal Giudice sportivo dopo le partite della 21esima giornata di Serie A.

“Una giornata di squalifica per avere, al 43′ del primo tempo, alzandosi dalla panchina, contestato platealmente una decisione arbitrale, in occasione del fallo di Vlahovic a gamba tesa su Pongracic, con il croato a bordo campo per le prime cure mediche. Per Trinchera è la quarta giornata di squalifica, dopo le tre rimediate tra la 13esima e la 15esima giornata.

Ovviamente, non poteva mancare la sanzione per i soliti petardi: questa volta, l’Us Lecce dovrà mettere a bilancio altri cinquemila euro, a causa “di lanci nel recinto di gioco di tre petardi e numerosi fumogeni”. Il totale aggiornato delle sciagurate multe per petardi e fumogeni sale a 83mila euro. Sarebbe anche ora che qualcuno si assuma le sue responsabilità e che la società si faccia sentire a voce alta per chiedere, fermamente, ai propri tifosi, di smetterla di lanciare petardi e di accendere fumogeni allo stadio. Sanzionata anche la Juventus per la tifoseria bianconera presente al Via del Mare: ottomila euro per lancio di tre bottigliette d’acqua verso il settore leccese e due nel recinto di gioco.

Altre sanzioni: una gara a porte chiuse per l’Udinese, a causa degli scellerati cori razzisti verso il portiere del Milan, Mike Maignan. Sanzioni: 50mila euro alla Salernitana (lancio di oggetti in campo tra cui una grossa pietra di cemento); duemila euro al Genoa.

Calciatori: una giornata per Milan Badelj e Morten Frendrup (Genoa, prossimo avversario del Lecce) e Leandro Paredes (Roma).