LECCE – Palombi: “Sento mia questa Serie A, mi giocherei qui le mie carte”. E intanto Lucioni lucida la bici…

L'attaccante ha voglia di restare in giallorosso. Il difensore è pronto a tener fede alla promessa: in bici da Lecce a Benevento per sostenere la ricerca contro la Sla

palombi-lecce

Foto: S. Palombi

Questa Serie A la sento mia. Me la sono conquistata qui a Lecce. Mi giocherei le mie carte. Parole che non lasciano adito a malintesi quelle affidate dall’attaccante del Lecce, Simone Palombi, alla Gazzetta dello Sport Puglia.

“Sono soddisfatto della mia stagione, ma non appagato – continua l’attaccante di proprietà della Lazio -. Ottenuta la Serie A, voglio lavorare per raggiungere un livello ancora superiore”. I segreti della vittoria giallorossa? “Uno spogliatoio sereno, equilibrato, in cui nessuno si è mai posto male nei confronti dei compagni. Siamo partiti per ottenere una salvezza tranquilla e improvvisamente ci siamo ritrovati a sognare. Questa è stata la vittoria di tutto il Salento. E poi Liverani, io lo conoscevo, sono venuto qui per lui. Fa dare il meglio a tutti. Non permette a nessuno di distrarsi, nemmeno per un secondo. Ha valorizzato me, ma alla fine ha valorizzato tutti”.

Su Palombi il Lecce vanta il diritto d’opzione ma la società biancoceleste può godere della contropzione: “Sono pronto a tutto – chiosa l’attaccante – anche a fare un altro campionato di Serie B da protagonista assoluto, per conquistare ancora la promozione. L’importante è crescere”.

Intanto, sarà di parola Fabio Lucioni che il 30 maggio inforcherà la bici per il suo mini-giro d’Italia che lo condurrà da Lecce a Benevento. Questo per tener fede alla promessa fatta qualche giornata prima della fine del campionato: in caso di promozione in Serie A, si sarebbe recato in bici sino alla città natale della moglie. Il tragitto sarà suddiviso in tre tappe: la prima tappa partirà da Lecce e si snoderà per 116 km sino ad Altamura, passando per San Donaci, Mesagne, San Vito dei Normanni, Ostuni, Cisternino, Locorotondo e Alberobello; la seconda tappa, Altamura-Lacedonia di 113 km, vedrà la comitiva percorrere le strade di Gravina, Spinazzola e Lavello, sino all’arrivo nella cittadina irpina; la terza e ultima tappa partirà da Lacedonia e, passando per Flumeri, Tre Torri, Mellito, Bonito, Frattolillo e Apice Nuovo, si chiuderà a Benevento dopo 67 km.

Il tutto per una nobile causa: la lotta alla Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA): chiunque potrà aderire all’iniziativa per aiutare Aisla Onlus. La raccolta fondi sarà attivata sulla pagina Facebook del difensore giallorosso.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati