Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – Pagelle, Moscardelli e Salvi decisivi. Bene Lepore e Beduschi, Gustavo si sblocca

Le pagelle di Lecce-Aversa Normanna

LECCE

Caglioni 6 Ennesima prova stagionale in cui non è facile evitare il “senza voto”. Il portiere bergamasco è infatti anche oggi spettatore in campo, chiamato più che altro a qualche uscita alta e ad un paio di rinvii con i piedi. Si guadagna la pagnotta e la sufficienza con una parata non difficile nell’unico tiro in porta ospite, mentre nel finale è graziato dall’incrocio sulla punizione comunque quasi perfetta di Giannusa

Beduschi 6,5 Protagonista nel ruolo di terzino destro dell’ultimo Lecce vincente (1-0 sulla Juve Stabia), Bollini lo chiama a sorpresa per dare rinnovata freschezza al settore di destra della retroguardia giallorossa. In fase difensiva non si fa mai superare e lotta su ogni pallone, costringendo i campani a giocare quasi solo dall’altra parte. Sebbene la tecnica non sia certo il suo forte, si propone con discreto successo anche in avanti, servendo un paio di ottimi palloni per i compagni

Diniz 6 Giornata senza fronzoli per il difensore brasiliano, che spazza senza pensarci su ogni pallone capiti dalle sue parti, memore di come la difesa giallorossa degli ultimi tempi rischi di trasformare in oro (per gli altri) anche la sola palla che arrivi dalle sue parti in novanta minuti. Qualche piccola sbavatura in collaborazione con capitan Abruzzese, ma per il resto giornata di ordinaria amministrazione

Abruzzese 6 Come Diniz non bada all’estetica e punta esclusivamente a non far correre pericoli al proprio portiere. Pasticcia però in più di un occasione che rischia di aprire le porte all’attacco granata, dimostrando di essere il meno in palla del suo reparto. Sufficienza strappata con i denti per il difensore pugliese, che deve ritrovare la forma dei giorni migliori

Di Chiara 6,5 Schierato in campo in extremis dopo il forfait di Lopez, fatica qualche minuto ad entrare in gara. Dopo essersi ambientato ed aver trovato la giusta corsa, non corre più pericoli. Bene in fase difensiva, dove mette più di una pezza, nella ripresa sfiora anche il gol con una bella conclusione dal limite

Salvi 7,5 Nonostante la doppietta di Moscardelli, guadagna la palma di migliore in campo. Dopo i passaggi a vuoto con Salernitana e Cosenza, il guerriero romano torna a ruggire e si rende protagonista di una prova incisiva, in avanti ancor più che in fase di rottura, dove è comunque puntuale. Sfiora la gioia personale in due occasioni e serve due ottimi assist agli attaccanti, uno dei quali sfruttato da Gustavo, oltre a propiziare con uno spunto personale il secondo gol di Moscardelli

Papini 6 Con Salvi ed Herrera che, visti gli ampi spazi offerti dall’Aversa, giocano più avanzati, lui è in qualche occasione chiamato fungere da unica protezione di una difesa che, comunque, soffre poco. Dopo qualche affanno iniziale, svolge bene il suo dovere interpretando bene il ruolo da collante tra difesa e attacco. Peccato per l’inutile ammonizione rimediata nella ripresa

Herrera 6,5 A sorpresa Bollini avanza Lepore ed arretra lui nel già ricoperto ruolo di mezzala sinistra, che interpreta anche meglio rispetto a quanto fatto in passato. Primo tempo di grande intensità, in cui si rende pericoloso più volte, mostrando tutte le sue qualità e colpendo un palo. Nella ripresa cala notevolmente e viene sostituito, lasciando ancora l’impressione di poter fare di più soprattutto nei pressi dell’area avversaria

Lepore 6,5 Ritorna ala offensiva dopo la balbettante prova con la Salernitana, ma stavolta va decisamente meglio. Dopo qualche palla persa inizialmente trova la sua dimensione e sfiora il vantaggio, aiutando non poco anche la fase difensiva e formando con Beduschi e Salvi un asse che asfalta gli avversari. Nel secondo tempo serve a Moscardelli due palloni d’oro che la punta non sfrutta

Moscardelli 7 Un voto scontato per chi segna una doppietta e, anche oggi, fa reparto da solo, aiutando la squadra a salire ed a soffrire poco o niente l’avversario. Peccato non aver reso più rotondo un punteggio in una delle altre cinque ottime occasioni (compreso un palo) avute ed in cui avrebbe potuto fare certamente meglio. Esce nel finale dopo aver speso tantissimo

Gustavo 6,5 Conferma di essere in crescita con una prestazione positiva condita da un gol che potrebbe finalmente averlo sbloccato in area di rigore. Parte a singhiozzo, troppo timido nonostante avversari non impossibili da superare, ma si riprende alla grande sfruttando la corsa più che il dribbling. Dimostra ottimi tempi di inserimento realizzando il gol che chiude la partita

Doumbia 6 Spina nel fianco della difesa ospite nei venticinque minuti finali, che chiude giocando da punta centrale

Mannini sv

Miccoli sv

All. Bollini 6,5 Sorprende con le scelte di Beduschi e Lepore in attacco, confermando Herrera mezzala. Tutte scelte che pagano e che consentono alla squadra, finalmente in grado di mettere sul campo un minimo di cinismo, di conquistare una vittoria in una gara dominata. Ora serve andare avanti con un’identità ed un atteggiamento ben precisi, e quanto visto con l’Aversa può essere un buon punto di ri-partenza

AVERSA NORMANNA

Lagomarsini 6 Balzano 6 Magliocchetti 5 Esposito 5 Amelio 5 Geroni 5,5 Catinali 5 Capua 5,5 Mosciaro 5,5 De Vena 5 Mangiacasale 5,5 De Luca 5 Sassano 5,5 Giannusa 6 All. Marra 5

Show CommentsClose Comments

Leave a comment