LECCE – Bollini soddisfatto: “Bella prova, era importante tornare a segnare. Un grazie ai tifosi”

BOLLINI ALBERTO CONFERENZA STAMPA FOTO MICHEAL CAPUTO

Soddisfatto per la vittoria condita dall’ottima prova offerta dai suoi, finalmente incisivi in fase di finalizzazione, Alberto Bollini si ha parlato nel postpartita di Lecce-Aversa per analizzare il match.

Bollini ha innanzitutto sottolineato quanto sia stato importane ritrovare la strada del gol e, dunque, della vittoria: “Il nostro obiettivo per la gara di oggi era vincere, e per conquistare i tre punti è ovvio che bisogna segnare. Prima di incontrare l’Aversa venivamo da due gare in cui ci era mancato solo il gol, ma dal punto di vista delle occasioni da rete prodotte non eravamo certamente stati da meno. Non eravamo una squadra giù di morale come, dopo le tre vittorie successive al mio approdo sulla panchina giallorossa, non ci eravamo particolarmente esaltati. In questa categoria fare una buona prestazione però non basta, ed oggi abbiamo unito al buon gioco sviluppato la realizzazione di tre gol che ci hanno portata a vincere una partita importante”.

Il tecnico di Poggio Rusco si è poi soffermato su quello che è stato l’andamento del match: “Abbiamo vinto perché siamo riusciti a fare gol, anche se ci sono servite otto nitide occasioni da rete per realizzare tre marcature. La nostra è stata una bella prova, e siamo stati certamente favoriti dall’aver trovato subito il gol, obiettivo per cui avevamo lavorato molto in settimana. Abbiamo gestito bene il resto del match, creando ancora tanto. E’ una vittoria che meritano tutti, dai giocatori all’ambiente”.

Bollini ha concluso parlando di alcuni singoli e dicendo la sua sul contesto che si sviluppa intorno alla squadra: “Sono contento perché tutti i miei ragazzi si fanno trovare pronti e mi offrono grande disponibilità. Herrera ha mezzi importanti che gli consentono di giocare bene in un ruolo che non è il suo, ma che ha interpretato alla grande, anche se può ancora migliorare in alcuni movimenti. Lopez? Da due giorni soffre di un virus intestinale. Ha cercato di esserci fino all’ultimo, ma nel riscaldamento abbiamo valutato che era meglio non rischiarlo. Gli attaccanti hanno fatto molto bene, raccogliendo i frutti del lavoro svolto. Ci serviva ritrovare confidenza con il gol, e segnarne tre è stato molto importante. Miccoli? Ho un ottimo rapporto con lui e mi ha sempre offerto massima disponibilità, anche per giocare cinque minuti come è stato oggi. Non c’è nessun problema, anche se spesso intorno al suo nome si vuole fare cronaca. L’ambiente? Devo ringraziare i tifosi che ci sono stati sempre vicino. Per il bene del Lecce, come ho detto, tutti devono dare il loro sostegno. Oggi l’abbiamo ricevuto da parte di molti, anche se non ancora da parte di tutti”.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati

Lascia un commento