Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – Mercato, il punto del direttore Corvino: “Ci aspetta ancora tanto lavoro. Gonzalez da prima squadra”

Il direttore tecnico del Lecce Pantaleo Corvino è tornato dopo circa un mese a parlare del mercato giallorosso in conferenza stampa.

L’aspetto più difficile riguarda il lavoro sulle cessioni: “Le uscite sono le più difficili in un club, di prendono più delle entrate e si deve dare il meglio, facendo ogni sforzo. Comprare è più facile. Noi devo dire che in questi nemmeno due anni siamo riusciti a fare tanto sotto quest’aspetto, con tanti nomi. Si è aggiunto Inguscio che abbiamo dato al Cerignola conservando il 50% sulla futura rivendita”.

Anche in entrata c’è tanto da fare: “Vedendo gli innesti è facile leggere il modo in cui stiamo lavorando, stiamo facendo tanto con prima squadra e Primavera. Ci aspetta ancora tanto lavoro, sono intuibili i ruoli nei quali bisogna intervenire. Non voglio entrare nello specifico né nella quantità degli elementi che andremo a prendere né nei nomi”.

Sui mancati arrivi in extremis di Ferguson e Maksimovic: “Mi hanno amareggiato entrambe le operazioni saltate. Ferguson non mi aveva mai accennato che ci fosse un altro club quando ci siamo sentiti inizialmente, poi quando il nostro interesse è divenuto noto altre squadre si sono fatte sotto e poi dinanzi a certe offerte ci siamo dovuti tirare indietro. Noi abbiamo necessità di lavorare con determinate risorse”.

Giovani e Primavera sempre centrali al progetto: “Abbiamo riportare un auge una Primavera che non creava risorse per la prima squadra. I tempi sono cambiati, ora ogni territorio è zeppo di osservatori di ogni club italiano e straniero. Noi dobbiamo lavorare per attirare i giovani, perché credano in noi. E questi giovani dobbiamo cercarli ovunque, partendo da dietro casa fino ad arrivare lontano. Noi ogni sforzo lo stiamo facendo perché il Via del Mare possa essere teatro di una squadra che renda orgoglioso il suo popolo. Vedere che dal settore giovanile cominciano ad uscire i primi frutti è importante e lo tocchi con mano attraverso le scelte del tecnico. Baroni ha stima di Gonzalez ed il ragazzo sta ripagando a suon di prestazioni. Può essere importante nella rosa della prima squadra. E’ un percorso che, da 2002, lo ha visto protagonista prima in prima squadra, poi facciamo avvicinare questi ragazzi alla prima squadra, e lo stesso faranno in seguito elementi come Berisha e Vulturar“.