LECCE – Inizia la nuova era Corvino: “Qui per amore. Voglio rendere il club una macchina perfetta”

Il nuovo responsabile dell'area tecnica giallorossa si è presentato, delineando la strada che intende percorrere: "Obiettivo patrimonializzare"

Emozione, orgoglio e voglia di mettersi subito in gioco per riportare in alto il Lecce. Sono questi i tratti distintivi che hanno caratterizzato le parole con le quali il nuovo responsabile dell’area tecnica giallorossa, Pantaleo Corvino, si è presentato per la seconda volta nella sua carriera alla stampa per dare il via ad un nuovo corso nel Salento.

La conferenza stampa è stata introdotta dal presidente Saverio Sticchi Damiani: “Abbiamo scelto il numero uno in Italia nel suo ruolo, per le sue caratteristiche, ovvero quelle di un professionista chiamato a creare risorse per il club. Corvino è diventato un big del calcio italiano per questo, e a Lecce lo sappiamo bene. Per noi sarebbe stato irraggiungibile, ma per fortuna l’attaccamento alla sua terra ci ha permesso di convincerlo ad accettare la nostra proposta”.

Dunque le parole, colme di sentimento, di Corvino: “Sono molto emozionato, e chi mi conosce sa che non uso retorica di circostanza. Non mi aspettavo un’accoglienza così calorosa da parte del club, sia per le belle parole espresse che per le tante presenze a questa presentazione. Per me è un grande orgoglio essere qui”.

Il dirigente ha subito messo in chiaro quelli che sono i suoi obiettivi: “Mi interessano la programmazione, le scelte tecniche, le idee chiare. Sono pronto a caricarmi addosso un certo tipo di responsabilità, seguendo a 360° le attività di prima squadra e settore giovanile, dando il mio contributo a fare il massimo. Questo è il mio obiettivo. Con una particolare attenzione, per vocazione, ai giovani, perché creare risorse è un aspetto importantissimo del mio lavoro. Non voglio lavorare con la fretta, ma voglio lasciare un Lecce, quando sarà concluso il mio ciclo e la mia carriera, come e dove l’ho lasciato l’altra volta. Questa società vuole diventare, nel suo piccolo, una macchina perfetta, e noi ci proveremo”.

Nodo allenatore, con Liverani c’è intesa ma ci sarà un colloquio: “Mi sono subito sentito con lui, mi piace tantissimo come tecnico e lui si è mostrato disponibile ed aperto nei confronti del nuovo progetto tecnico. Ci siamo confrontati su pregi e difetti di entrambi, della squadra. Perché solo così si può costruire il futuro partendo da basi solide. L’allenatore deve godere di piena fiducia. Ne abbiamo parlato a distanza, perché per lui è giusto staccasse dopo tanti mesi passati a tutta. Seguirà a breve un confronto faccia a faccia, è necessario per fare le cose per bene. L’allenatore è una base importantissima sulla quali costruire una squadra che possa essere solidissima realtà”.

E per farlo la strada è quella della patrimonializzazione: “Tutti vogliamo che il Lecce non sia una società satellite, di passaggio, ma che torni ad essere quella realtà in grado di produrre elementi per sé, dunque di patrimonializzare. E questo è il nostro obiettivo primario, per queste mie caratteristiche la società mi ha scelto e questa è la strada che voglio percorrere. Elementi giovani, di proprietà in grado di garantire un futuro a lungo termine a certi livelli al club salentino. Sono questi che andremo a cercare nel corso degli anni”.

 “Conosco bene il parco giocatori del Lecce, e so chi serve, quegli elementi attorno ai quali si può portare avanti un progetto. In tanti sono richiesti da club di categoria superiore. Io tendo a conservare, valorizzare e lanciare i calciatori di maggiore caratura, non è mio interesse darli via con disinvoltura. I matrimoni, però, si fanno in due e nessuno, come detto anche dal presidente, rimarrà al Lecce controvoglia“.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati