LECCE – Last Bet, Paoloni alter ego di Corvia

Continua la sfilata nella procura di Cremona dei protagonisti dello scandalo totoscommesse. Giovedì, i magistrati lombardi hanno ascoltato Massimo Erodiani, gestore di una ricevitoria, accusato, insieme a Marco Pirani, di raccogliere il denaro da investire in partite "addomesticate".

Erodiani avrebbe raccontato ai magistrati di essere stato, per un mese circa, in contatto web con Corvia tramite un account Skype. Ma ecco il colpo di scena: da quanto si apprende, dietro il contatto non c'era il centravanti del Lecce, bensì Marco Paoloni, uno dei personaggi chiave dell'inchiesta, che si spacciava per Corvia – come confermato dal portiere stesso, nell'interrogatorio fiume di ieri – millantando informazioni sicure ed esclusive, poi rivelatesi non molto attendibili. Paoloni avrebbe anche utilizzato un altro account a nome Quadrini (Daniele, suo ex compagno di squadra nelle giovanili della Roma e attualmente centrocampista del Sassuolo, ndr) per operare nel medesimo modo.

La procura ha comunque intenzione di approfondire il caso riascoltando ancora una volta Massimo Erodiani.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati