Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

foto: Corvino con Umtiti (archivio)

LECCE – Il punto di Corvino: “I big non partiranno, via solo chi ha chiesto di essere ceduto”

A margine della conferenza stampa di presentazione di Tommaso Cassandro, il direttore dell’area tecnica del Lecce Pantaleo Corvino ha parlato facendo il punto del mercato giallorosso.

Innanzitutto c’è stata un’analisi della rosa: “Questi sono periodi che ti tengono in grande tensione, in cui serve concentrazione per poter sfruttare le migliori condizioni in entrata ed in uscita. Ora intanto si può fare una prima analisi. La rosa, se andranno in porto le imminenti operazioni che confermiamo di Bistrovic, Cetin e Bjorkengren, è composta da 27 calciatori, quindi completa. Come terzini con l’arrivo di Cassandro, siamo quattro per due posti. Al centro siamo 5 per due posti. Centrocampisti, saremo sei per tre posti. Qualcuno dice che Helgason ed Askildsen non sono all’altezza, eppure a Napoli erano loro i titolari e crediamo in loro. Poi la rosa si può sempre migliorare di volta in volta in base all’evoluzione delle cose. In attacco siamo a tre attaccanti centrali per un posto”.

Capitolo cessioni: “Chi vuole cercare di essere protagonista da altre parti per loro volontà, e non per la nostra scelta, è giusto che venga accontentato. Se vanno a giocare da altre parti in Serie A e sono richiesti non è giusto considerarli esuberi, ma partono perché vorrebbero giocare di più”.

Per quanto riguarda i difensori centrali non c’è da preoccuparsi: “Siamo in cinque per due posti. Abbiamo avuto qualche contrattempo tipo per Pongracic. Lo staff medico ha capito che dopo Udine c’era stato qualche problema, per cercare conferme lo abbiamo anche mandato fuori ed in base alle opinioni di tutti gli staff medici si è deciso di ricorrere all’intervento. Mancherà due mesi massimo due mesi e mezzo, dopo cui sarà subito arruolabile per tutto aprile, tutto maggio e le gare di giugno. Dermaku speriamo possa tornare quello visto nella scorsa stagione, purtroppo è stato un problema legato all’ingresso a freddo, senza preavviso. Dermaku sarà utilizzabile da un giorno all’altro, come avvenuto l’anno scorso. Ribadisco comunque che è un reparto in cui stare attenti sul mercato. Inoltre abbiamo Blin, che ha fatto bene”.

Nessun big partirà: “Ho letto di offerte, possiamo confermare che i nostri pezzi migliori non partiranno. Abbiamo avuto offerte importanti per nostri calciatori, quelle uscite ed anche altre, ma teniamo fede a quanto detto e visto che vogliamo raggiungere un obiettivo non abbiamo intenzione di cederli adesso. Possiamo permetterci di rifiutare cifre di gran lunga superiori ai 10 milioni di euro, documentate, perché grazie a due anni e mezzo di lavoro programmato frutto di idee e virtuosismo ce lo possiamo permettere”.