LECCE – Gli esami (quasi impossibili) non finiscono mai: dopo il Milan ecco la Juventus

Dopo il passo falso di lunedì sera, per il Lecce c'è un altro duello da Davide contro Golia: occorre cancellare il Milan e provare a dare fastidio alla Vecchia Signora

juventus-generica

Se la partita di venerdì sera all’Allianz Stadium contro la Vecchia Signora fosse un duello storico di ampio significato sarebbe senza dubbio Davide contro Golia: l’umano Davide (Lecce), armato non certo di una semplice fionda ma di grande spirito di squadra, è chiamato a uccidere, sportivamente parlando, il gigante Golia (Juventus). Non emulare le gesta del pastorello di biblica memoria, che nel Primo libro di Samuele ha avuto la meglio su un nemico all’apparenza imbattibile, sarebbe la fine per i giallorossi chiamati a salvarsi e al più presto. Siccome crediamo nei miracoli, soprattutto quello sportivi, confidiamo nella capacità del team di Liverani di superarsi poiché in gioco c’è appunto la permanenza in Serie A. Il passo falso con il Milan, dovuto a una condizione fisica non al top e ad alcuni errori di concentrazione da correggersi, deve divenire un monito grazie al quale ripresentarsi in campo nel fine settimana con tanta voglia di fare risultato. Se il finale di Juventus-Lecce sembrerebbe già scritto, proveremo a instillare in voi alcuni dubbi in proposito. Battere la corazzata bianconera è difficile ma non impossibile, e presto capirete il perché di tale affermazione.

Dimenticare il match contro il Milan – La prova opaca (per usare un eufemismo) del Lecce contro il Milan è sicuramente un campanello d’allarme impossibile da ignorare: se 4 goal presi non sono certo pochi, ciò che preoccupa maggiormente il popolo giallorosso è il modo in cui sono state subìte reti per lo più frutto di grossolane disattenzioni da parte di tutta la squadra, non solo del reparto arretrato. Ripartire dopo la recente débâcle è d’obbligo visto e considerato che la classifica è sì desolante ma non ancora del tutto compromessa: 3 punti potrebbero infatti bastare a Mancosu e compagni per tirare il fiato almeno per un po’. L’unico problema è che il prossimo avversario dei salentini è la Vecchia Signora! La Juventus, data per spacciata dopo le gare mal giocate in Coppa Italia, con il Bologna ha dimostrato di esserci e per il Lecce non sarà semplice fare risultato. Eppure mister Liverani qualcosa dovrà inventarsi poiché la sfida con i bianconeri è una vera e propria finale: perdere potrebbe compromettere una corsa salvezza che, se a oggi appare essersi conclusa per Brescia e SPAL, risulta ancora aperta a qualsiasi epilogo. D’altronde Samp e Torino sono a pochissime lunghezze di distanza, quindi non farsi bocciare all’esame Juve diviene fondamentale. Ma cosa dovrà fare il Lecce per avere la meglio venerdì sera? A nostro avviso, i giallorossi dovranno scendere in campo compatti, evitare che le linee di difesa, centrocampo e attacco si sfaldino e colpire l’avversario in contropiede con Lapadula (se riuscirà a recuperare dalla distorsione alla caviglia), giocatore d’esperienza, serio professionista e ragazzo posato dal ciuffo composto non come i suoi colleghi Pogba e Balotelli abituati a sfoggiare chiome a dir poco pittoresche. Più facile a dirsi che a farsi; tuttavia un modo esiste per dare un senso a proposizioni all’apparenza vacue e tendenti al banale, e ora ve lo sveliamo.

calcio-generica-pixabay
@Pixabay

Baricentro basso e coprirsi con intelligenza  – Il pregio di Liverani è quello di essere un allenatore camaleontico: la squadra da lui diretta ha spesso cambiato d’abito, nel corso della stagione, alternando al congeniale 4-3-1-2 il più innovativo 4-3-3. Vista l’importanza della gara contro la Vecchia Signora, il mister ovviamente non snaturerà il suo Lecce ma proverà comunque a mettere in campo una formazione più corta rispetto al solito: se le punte Falco e Lapadula giocheranno a ridosso dei mediani e se Saponara sarà in grado di agire da tutto-campista, piuttosto che da puro suggeritore degli attaccanti, sarà possibile aumentare il volume a centrocampo in modo da intasare le linee di passaggio dei bianconeri. Così facendo, la Juve potrebbe alla lunga innervosirsi e cercare la giocata solitaria, creando spazi per le ripartenze dei salentini che potrebbero rivelarsi interessanti qualora Lapadula venisse innescato in velocità. Non solo: se l’11 di casa a Via del Mare adotterà un baricentro basso e saprà coprirsi con intelligenza, evitando di disporsi a mo’ di Grande Muraglia cinese, avrà l’occasione di recuperare palloni e imbastire manovre speriamo corali. Da evitarsi assolutamente raddoppi su Ronaldo o Dybala che permetterebbero di fatto alla Juve di liberare giocatori da lanciare in porta. Grazie a questi accorgimenti, il Davide Lecce potrebbe davvero sconfiggere il Golia Juventus trasformando così un famosissimo episodio biblico in un capolavoro calcistico.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati

  • liverani-fabio-lecce-yt-feb-20 LECCE – Liverani: “Questa vittoria ha un valore più importante dei tre punti”

    Dopo sei sconfitte consecutive, il Lecce è tornato al successo e lo ha fatto battendo la Lazio con un pesantissimo 2-1, figlio di una grande prestazione da parte degli uomini di Fabio Liverani, che al termine della gara, si è così espresso ai microfoni di Sky.   SCINTILLA – “Questa vittoria ha un valore più…

  • LECCE – Lucioni highlander goleador, Gabriel croce e delizia: le pagelle del pesantissimo successo contro Lazio

    LE PAGELLE DI LECCE-LAZIO Gabriel voto 7: da un suo grave svarione nasce il vantaggio biancoceleste, ma da un suo provvidenziale intervento su Immobile, parte la rimonta giallorossa. Un’uscita a vuoto ad inizio ripresa, seguita da un nuovo svarione con i piedi che poteva costare carissimo, rischiano di compromettere la contesa. Stratosferico nel finale, prima…

  • LA CRONACA – Grinta e qualità, finalmente riecco il Lecce! La Lazio va ko, è sorpasso al Genoa

    Eccolo il Lecce che tutti quanti aspettavamo. I giallorossi superano tra le mura amiche la Lazio per 2-1 in seguito ad una prestazione di assoluta qualità e tornano a sorridere dopo 6 ko di fila. Il successo riporta l’undici di Liverani davanti al Genoa di un punto, con i rossoblù impegnati domani con il Napoli. Liverani conferma il…

  • serie-a-tim-logo-2019-20 SERIE A – Risultati 31ª giornata, classifica e prossimo turno

    SERIE A – Risultati 31ª giornata, classifica e prossimo turno — RICARICARE LA PAGINA PER GLI AGGIORNAMENTI —  PROSSIMO TURNO (Serie A giornata n. 32 – 13a rit. ) sabato 11/07 h 17.15: Lazio-Sassuolo (Sky); h 19.30: Brescia-Roma (Sky); h 21.45: Juventus-Atalanta (Dazn); domenica 12/07 h 17.15: Genoa-Spal (Dazn); h 19.30: Cagliari-Lecce (Sky), Fiorentina-Verona (Dazn), Parma-Bologna (Sky), Udinese-Sampdoria (Sky); h 21.45: Napoli-Milan…

  • lazio-generica L’AVVERSARIO – Falcidiata dalle assenze e reduce da una pesante sconfitta interna: la Lazio di Simone Inzaghi

    L’anticipo del 31° turno di Serie A, metterà di fronte Lecce e Lazio, in una sfida, che, almeno sulla carta, si preannuncia non certamente delle più semplici per Mancosu e compagni. I giallorossi sono reduci da ben sei sconfitte consecutive, ma, ad onor del vero, anche la formazione guidata da Simone Inzaghi, non sembra vivere…