Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – Emilia “agrodolce” Emilia: il Lecce sfiora il colpaccio, ma Galloppa gli rovina la festa

Che peccato. Serviva una vittoria e il Lecce è andato quasi vicino al colpaccio allo stadio “Tardini” di Parma. Festa rovinata da Galloppa che al 48′ del secondo tempo trova il guizzo vincente che porta il Parma sul definitivo 3-3. Nel primo tempo aveva aperto le marcature Floccari su rigore, ma nella ripresa due lampi di Di Michele, gol da cineteca il secondo, portano in vantaggio i giallorossi, poi Cuadrado sigla il 3-1. L’ex Pelle’ accorcia le distanze al 40′.

FORMAZIONI – Diversi i problemi di formazione per Cosmi, con i difensori Tomovic e Mesbah, l’attaccante Ofere e i centrocampisti Bertolacci, Giandonato e Obodo che sono tutti indisponibili. Out Benassi messo k.o. da coliche addominali, tra i pali Julio Sergio parte titolare. 4-3-3 per la formazione giallorossa con la difesa a quattro con Oddo e Esposito esterni: torna in campo anche Carrozzieri dopo l’infortunio. In mediana Strasser, Giacomazzi e Olivera. Tridente d’attacco composto da Cuadrado, Muriel e Di Michele. Colomba deve fare meno dell’infortunato Giovinco: il tecnico degli emiliani opta per il 4-4-1-1 con Floccari come unica punta sostenuto da Biabiany. Mirante tra i pali, difesa a quattro con Zaccardo e Gobbi come esterni, Paletta e Lucarelli i due centrali. A centrocampo a sinistra ritorna Modesto dal primo minuto.

PRIMO TEMPO – Parte bene la formazione di Cosmi che prova sin dai primi minuti a sorprendere la formazione di casa tenendo alto il baricentro e sfruttando la velocità del tridente d’attacco composto da Cuadrado, Muriel e Di Michele. Al 7′ ci prova Morrone dalla distanza, ma il destro rasoterra va a finire di poco fuori. I ritmi sono alti nella prima frazione di gioco con le due squadre che si fronteggiano a viso aperto: sono i padroni di casa a fare la partita e gli ospiti a ripartire in contropiede. Al 17′ Ferrario atterra in area Biabiany e Gava di Conegliano assegna il penalty: Floccari non sbaglia dagli undici metri e Julio Sergio viene battuto per il gol dell’1-0. I giallorossi accusano il colpo, faticano a reagire, sono macchinosi in mediana e non riescono a impensierire la retroguardia ducale. Al 26′ Oddo prova a sorprendere Mirante con un tiro cross dalla distanza che non crea nessun problema al portiere di casa. Al 27′ Julio Sergio in uscita salva con i pugni su Galloppa. Cambia modulo Cosmi sulla mezz’ora e passa al 3-5-2 con la coppia Muriel-Di Michele in avanti e un centrocampo piu’ robusto. Al 32′ Julio Sergio per una botta alla coscia destra deve lasciare il terreno da gioco e cede il posto a Ugo Gabrieli, classe 89′, al suo debutto in serie A. Esposito al 32′ di testa spedisce fuori, al 35′ e’ ancora Morrone a rendersi pericoloso con un pallonetto che finisce alto sopra la traversa. Sul finire del primo tempo gli ospiti accennano ad una timida reazione, ma gli undici di Colomba concedono pochi spazi alla formazione ospite e sono attenti in fase difensiva. Il primo tempo si chiude sull’1-0 per il Parma e nessun tiro nello specchio della porta difesa da Mirante da parte del Lecce.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con l’ingresso tra i giallorossi di Brivio al posto di Esposito (sostituito per un problema alla schiena). Il Parma gestisce la partita, il Lecce e’ piu’ vivo e determinato, ma sempre poco reattivo e cinico in avanti con Giacomazzi e Strasser in difficoltà nel far girare il pallone. Al 3′ l’ex Milan Strasser prova il tiro, ma non inquadra lo specchio della porta. Floccari al 7′ spara fuori alla destra di Gabrieli. Gli undici di Cosmi vanno alla disperata ricerca del gol e si fanno vedere spesso e volentieri dalle parti dell’area di rigore avversaria, mentre la formazione di Colomba abbassa il baricentro e al 13′ Di Michele su assist di Brivio spiazza sul primo palo Mirante. Si va sull’1-1. Gli ospiti non si accontentano e Di Michele si ripete tre minuti piu’ tardi con un gol capolavoro in rovesciata di sinistro e porta i suoi sull’ 1-2. Colomba corre ai ripari facendo entrare l’ex Lecce e salentino doc Pelle’ al posto di Valiani. Il neo-entrato si mangia subito un’occasione da gol solo davanti all’estremo difensore giallorosso. Ancora un cambio per i ducali esce Modesto ed entra Palladino al 27′, ma nulla di fatto e’ sempre il Lecce a fare la partita. Arriva il gol dell’1-3 per i giallorossi con un gol di sinistro sul primo palo del colombiano Cuadrado al 31′ su assist del connazionale Muriel con un Mirante che nulla puo’. Pelle’ al 40′ della ripresa riapre la partita e segna il gol del 2-3 con Gabrieli già battuto e fuori dai pali. Ultimi minuti da cardipalma al “Tardini” con i padroni di casa che nei 4′ di recupero tentano il tutto per tutto e Galloppa al 48′, lasciato colpevolmente solo dalla retroguardia giallorossa, agguanta un inaspettato 3-3.

LA SITUAZIONE – Primo risultato utile per Serse Cosmi alla guida del Lecce. Ultimo posto in classifica con 9 punti, 29 gol subiti 16 fatti per i salentini, in attesa della sfida di mercoledi in cui i giallorossi saranno ospiti in casa dell’Inter a “San Siro” per l’ultima e importante partita del 2011.”


PARMA-LECCE 3-3: IL TABELLINO
RETI: 
17′ rig. Floccari (P), 58′ e 62′ Di Michele (L), 76′ Cuadrado (L), 85′ Pellè (P), 90+3′ Galloppa (P)

PARMA (4-4-1-1) Mirante; Zaccardo, Paletta, Lucarelli A. (82′ Jadid), Gobbi; Valiani (63′ Pellè), Morrone, Galloppa, Modesto (72′ Palladino); Biabiany, Floccari. A DISPOSIZIONE: Pavarini, Santacroce, Brandao, Musacci. All. Colomba.

LECCE (4-3-3): Julio Sergio (32′ Gabrieli); Oddo, Carrozzieri, Ferrario, Esposito (46′ Brivio); Giacomazzi, Strasser, Olivera; Cuadrado, Muriel (77′ Grossmuller), Di Michele. A DISPOSIZIONE: Bergougnoux, Piatti, Pasquato, Corvia. All. Cosmi.

AMMONITI: Carrozzieri, Gobbi, Paletta, Ferrario, Galloppa, Morrone

ANGOLI: 4-2.

NOTE: 2′ recupero pt., 4′ st.

ARBITRO: Gava di Conegliano.