Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – Di Francesco torchia il Lecce: vuole attenzione dietro e concretezza davanti

Nella giornata di ieri, mister Eusebio Di Francesco ha fatto svolgere una seduta di lavoro molto importante alla sua squadra. Il tecnico giallorosso ha fatto allenare i suoi al ‘Via del Mare’ dalle ore 11 e 30 in poi, in maniera tale da abituarli al clima che, presumibilmente, troveranno domenica contro il Milan. La difesa è stata il reparto messo maggiormente sotto pressione del tecnico ex Pescara. Domenica contro Ibrahimovic, Robinho, Cassano e Boateng non si può sbagliare, motivo per il quale Oddo, Tomovic, Esposito e Mesbah sono stati messi sotto torchio con dei cross provenienti dalla trequarti e dal fondo. Non solo: la linea di difesa doveva stare attenta a coprire i tagli centrali dei centrocampisti, componente importante delle azioni d’attacco della squadra di Allegri.

In fase propositiva, Di Francesco, che si potrebbe affidare al 4-4-2 a rombo, ha chiesto alle sue punte di fare gol anche in allenamento, di modo da non perdere l’abitudine. Sono stati provati attacchi provenienti dalla destra, dalla sinistra, con palloni a superare i centrali di difesa, oltre agli attacchi in zona centrale, con i centrocampisti che dovevano servire il pallone in profondità alle punte, che devono essere abili a sfruttare la verticalizzazione.

La formazione perciò essere un 4-3-1-2 con Stasser e Giandonato che hanno fatto staffetta nel ruolo di playmaker basso. Obodo e Giacomazzi si sono alternati sulla destra, con Piatti sulla sinistra e Grossmuller dietro le due punte Ofere e Corvia. Una buona notizia arriva anche da Ruben Olivera, pienamente recuperato.