Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – Cosmi: “Se battiamo la Fiorentina poi voglio 10mila tifosi a Verona”

Battere Fiorentina e Chievo per cercare di conquistare la salvezza e questo, anche all’ultimo minuto dell’ultima giornata. Serse Cosmi,: il giorno della vigilia della delicata e fondamentale sfida con i viola del nuovo tecnico Guerini,: ripete a gran voce che il suo Lecce può ancora farcela: "Ora sono concentrato solo sulla Fiorentina -esordisce il tecnico giallorosso- Oddo non convocato? Parlo solo della partita di domani e delle difficoltà  che incontremo durante la gara".

TENSIONI IN CASA VIOLA "Davanti a certe situazioni forti le reazioni dei giocatori possono essere varie; ci puo essere più compatezza o nervosismo e quindi non so se la questione Delio Rossi possa sfavorire i viola e sinceramente di questo non me ne frega un bel niente. La Fiorentina rientra in quelle squadre che hanno fatto ridiscutere una stagione intera e che negli ultimi mesi potevano fare un campionato diverso e non in questa condizione di classifica. Ma non voglio dare in giudizi su quello che è successo a questa squadra perchè dall’esterno non possono sapersi certe dinamiche".

SENZA I DUE COLOMBIANI "Cuadrado?Ultimamente ho dato a ‘Cesare quello che non era di Cesare’; gli dò dei meriti straordinari per quello che ha fatto, ma è giusto riconoscere che nelle ultime partite non è stato lo stesso Juan dei mesi passati. Io quell’espulsione di Torino non l’ho digerita ed è stata solo colpa sua e non dell’arbitro. Il Cuadrado di oggi che mancherà¡ domani per squalifica non mi fa strappare i capelli per il fatto di non averlo in campo e questo perchè da grandi prestazioni è finito con il rischiare di affossarci in certe altre situazioni. Ho pensato di fare giocare Blasi al suo posto, ma anche ad altre soluzioni. Muriel? Era stanco e non ce la faceva più, ma mi ha dato comunque dei segnali importanti e mi dispiace non averlo domani perchè era in crescita. Carrozzieri? Ha le ammonizioni nel dna e sono le sue dirimpettaie: (sorride, ndr),: ma almeno riavrò Esposito rispetto alla gara di mercoledì".

BOJINOV E LA VOGLIA DI GOL"Ho visto la devozione assoluta di Valeri nel ricercare la condizione fisica migliore, l’impegno e la sua generosità  nel volere giocare sempre, ma lui sa che ha fatto fatica a trovare la condizione appropriata. Detto questo, domani potrebbe giocare due minuti o settanta, quesrto solo per fare un esempio, ed essere comunque decisivo".

CONTEMPORANEITA’ NELLE GARE"La scelta della Lega di non farci giocare insieme al Genoa di fatto sposta poco gli equilibri della partita; noi giochiamo dopo due giorni, ma è lo stesso per la Fioretina e la stessa cosa succede a Udine. Il nostro risultato non influirà  su quello dei friulani e su quanto riguarda la regolarità  del campionato non ci sono problemi. La scelta della non contemporaneità¡ cambierà  poco anche al Genoa. Poi ci sono mille sfumature su questa situazione che non voglio affrontare ed è normale che anche a pensare bene la contempoaneità¡ era la cosa più giusta da fare. Ma non ci sentiamo vittime di una discriminazione e dico che l’atteggiamento del Lecce nei confronti di questa partita sarà¡ perfettamente identico rispetto a qualsiasi giorno e momento l’avremmo giocata".

SOGNO SALVEZZA "Queste due ultime giornate di campionato saranno come le avevo sognate e noi vogliamo realizzare questo sogno salvezza. Quando sono arrivato ho sempre detto che se avessimo conquistato la salvezza sarebbe stata all’ultimo minuto dell’ultima giornata. L’atteggiamento nervoso che abbiamo avuto con il Parma non mi era piaciuto e noi domani non dobbiamo ripetere quell’errore. Per realizzare questa salvezza ed entrare nella storia serve l’aiuto dei tifosi e loro ci sono. Voglio portare 10 mila tifosi a Verona, ma per farlo dobbiamo vincere con la Fiorentina".

SOFFERENZA DELIO ROSSI"Bisognerebbe affrontare ogni situazione della vita e non solo nel lavoro con serenità  e razionalità , ma può succedere a tutti di perdere una volta la testa nella vita. Sotto l’aspetto umano mi sembra assurdo che Delio possa finire la carriera per quello che è successo e credo che in qualche circostanza un uomo puo’ essere debole. Deve ricominciare, riflettere su quello che è succeso, ma sono certo che il primo a soffrire per questa situazione è proprio lui e con grande malinconia. Se questo è successo, c’e’ qualcosa che nel calcio sta avvelenando anche gli animi più quieti e questa non è una bella cosa".

I CONVOCATI – Sono venti i convocati da Cosmi per la sfida di domani con la Fiorentina alle ore 18; non ci sono gli infortunati Corvia e Julio Sergio e gli squalificati Muriel, Cuadrado e Carrozzieri. Fuori dalla lista per scelta tecnica Oddo, Grossmuller e Piatti. Questo l’elenco completo: Gabrieli, Di Matteo, Giandonato, Obodo, Bojinov, Seferovic, Miglionico, Ofere, Di Michele, Giacomazzi, Petrachi, Blasi, Brivio, Ingrosso, Tundo, Tomovic, Esposito, Benassi, Delvecchio e Bertolacci.