Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – Bertolacci, the day-after: “Non ho chiuso occhio tutta la notte”

Il magico pomeriggio di Andrea Bertolacci non poteva non stravolgergli la vita. La doppietta realizzata dal giovane centrocampista giallorosso all'Udinese gli è costata una notte insonne ed una pioggia di complimenti che lo ha quasi stordito: "Domenica notte ho dormito pochissimo – ha dichiarato a Piazza Giallorossa sono stato subissato di sms e messaggi di complimenti ed alle nove di mattina già ero in edicola per leggere i giornali. E' stato un pomeriggio magico, di quelli che si sognano da bambino, ma l'importante è che il Lecce abbia portato a casa i tre punti".

Straordinario nella sua semplicità, disarmante nella sua disponibilità. Pronto a lottare sino alla fine per regalare la salvezza al Lecce e puntare, giusto come antipasto, alla maglia dell'Under 21 di Ciro Ferrara. Questo è Andrea Bertolacci. "Ringrazio mister De Canio che mi ha dato la possibilità di giocare in serie A a soli vent'anni – ha aggiunto – e Rosati che mi ha aiutato ad ambientarmi in un gruppo e una città accoglienti in cui mi trovo davvero bene. Spero di conquistarmi più spazio non solo per via degli infortuni e delle squalifiche altrui, ma perché me lo guadagno sul campo. Il mio ruolo? Sono abbastanza duttile – ha proseguito – credo di sapermi adattare sia dietro le punte che da mezzala sinistra ed amo calciare in porta, anche se nelle ultime gare, Udinese a parte, la mira non è stata delle migliori".

Bertolacci ha sinora collezionato sette presenze in serie A, con tre pesantissime reti a Juventus e Udinese. Che diventano quattro se si comprende quella realizzata al Siena in Coppa Italia. Il centrocampista romano e romanista sembra esaltarsi quando vede bianconero: "E' vero, me l'hanno fatto notare alcuni miei amici – scherza – e qualcuno mi ha anche chiesto di fare un'eccezione per la Lazio, che non ha esattamente una maglia bianconera…".