Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

in foto: F. Baschirotto
copyright: Coribello/SalentoSport

LECCE – Baschirotto, un altro anno giallorosso da sogno: “Salvezza e fascia da capitano, che orgoglio”

Federico Baschirotto ha parlato quest’oggi in conferenza stampa, tracciando il bilancio delle sue due stagioni in A con il Lecce chiuse con altrettante salvezze. Corvino lo ha prelevato dall’Ascoli dopo un solo anno di Serie B: “E’ un buon bilancio, non siamo mai stati nelle ultime tre posizioni. Devo tanto a Samuel Umtiti e a tutti i miei compagni che mi hanno accompagnato nel corso di questi anni e mi sento più maturato, nella personalità e nella lettura delle giocate, sono contento. Il momento più delicato è stato a metà stagione, abbiamo trovato le vittorie importanti contro le dirette avversarie. Dedico la salvezza alla mia ragazza Marika, mi ha sostenuto in questo percorso”.

Il centrale di Nogara si candida a un ruolo da protagonista in maglia giallorossa anche l’anno prossimo: “Non penso al futuro. Io guardo solo al presente, do tutto a questa maglia perché mi ha dato tanto, se c’è da scrivere la storia si scrive la storia. Mercato? Non ci penso, per me Lecce è una seconda casa. Dopo le vacanze ci ritroviamo qui a luglio”.

Baschirotto e il Lecce sono molto legati“Indossare la fascia da capitano per me è importante, non me lo sarei aspettato specialmente qui a Lecce in Serie A, sono onorato, vuol dire che ho trasmesso qualcosa a questa società, per quanto riguarda la crescita di qualcuno credo che siamo cresciuti tutti in questa seconda stagione di A. C’è stata una maturazione negli scontri diretti, affrontati nel modo giusto senza timore alcuno. La crescita l’hanno fatta tutti”.

Quest’anno, i giallorossi hanno realizzato il sogno salvezza superando anche periodi bui. Racconta Baschirotto: “Ci sono stati diversi momenti durante la stagione in cui ci siamo ritrovati e parlati per capire questa situazione negativa. Abbiamo solo pensato che dovevamo lavorare e metterci più impegno e tramite questo ci siamo venuti fuori tramite il gruppo e il lavoro, la società e lo staff”.

Il campionato si chiuderà allo stadio Maradona. Il difensore, partner di Pongracic nella coppia ormai assortita, vuole vincere: “Ci stiamo preparando molto bene in vista della gara di Napoli. Non andiamo per il pareggio, vogliamo i tre punti, così come abbiamo fatto nel corso di questa stagione. Questa è la nostra mentalità”.