Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

in foto: M. Baroni
copyright: Coribello/SS

LECCE – Baroni e la sfida alla Juve: “Guai a sottovalutarli. Il nostro pubblico ci darà la spinta”. I convocati

Vigilia di campionato per il Lecce che domani ospiterà la Juventus al Via del Mare. A presentare il match in conferenza stampa è stato il tecnico Marco Baroni.

L’allenatore è partito dall’analisi della sua ex squadra: “E’ inutile paragonarci alla Juventus, squadra fortissima al di là delle ultime partite. Arriveranno arrabbiati e concentrati, non possiamo pensare di trovare una squadra che sia al di sotto dei propri livelli, tecnici e non solo. Punti deboli bianconeri? Ho viste cinque gare della Juve e ne posso vedere altre dieci, non è facile trovarne. Abbiamo preparato delle cose come facciamo con ogni avversario. Sappiamo che non sarà facile e che dovremo dare il massimo. La mia esperienza in bianconero? Mi sarebbe piaciuto fare prima quest’esperienza, ma sono comunque state due esperienze importanti, abbiamo vinto dopo che la Primavera bianconera non vinceva da 5-6 anni. Mi è servito per crescere perché quell’ambiente ti permette di allargare la tua visione nel calcio”.

Tornando sul match di Bologna: “Ci siamo trovati, abbiamo analizzato la sconfitta. Per la seconda o terza consecutiva abbiamo registrato episodi che potrebbero mettere a dura prova, motivazionale e mentale, qualsiasi squadra. Eravamo anche partiti bene, a Roma ci sono stati quel rosso e quel rigore a tagliarci le gambe. Fa comunque parte del processo di crescita, noi dobbiamo reagire tutti, anche chi non vuole ascoltare, anche contro episodi non facili da assorbire. Vogliamo farlo soprattutto per i tifosi perché il primo dolore dopo certe sconfitte è per loro”.

Umtiti potrebbe giocare: “Dobbiamo mettere nelle migliori condizioni possibili di esprimersi ogni calciatore e per Samuel stiamo facendo un percorso particolare. Può darsi che parta dall’inizio o che ci aiuti a gara in corso”.

Servirà uno spirito battagliero: “In Serie A ci sono match dagli equilibri delicati. Ciò che voglio è che dobbiamo esserci sotto tutti i punti di vista. Il valore sta nell’importanza del match, noi vogliamo solo che la gente veda che diamo tutto, è la cosa più importante e lo faremo”.

PORTIERI – Bleve, Falcone, Brancolini

DIFENSORI – Baschirotto, Gendrey, Pezzella, Pongracic, Tuia, Umtiti, Cetin, Dermaku, Gallo

CENTROCAMPISTI – Askildsen, Bistrovic, Blin, Gonzalez, Helgason, Hjulmand

ATTACCANTI – Banda, Ceesay, Colombo, Di Francesco, Listkowski, Rodriguez, Oudin, Strefezza, Voelkerling